Le fasi del delitto

Scomparso per un mese intero a Pocapaglia e poi trovato morto, arrestati i due presunti assassini

Di lui non si erano più avute notizie dal 22 febbraio scorso. I genitori avevano chiesto aiuto a "Chi l'ha visto?" per ritrovarlo, ma il suo cadavere è stato rinvenuto il 19 marzo.

Scomparso per un mese intero a Pocapaglia e poi trovato morto, arrestati i due presunti assassini
Cronaca Bra e Roero, 29 Giugno 2021 ore 09:45

Una vera e propria svolta nelle indagini relative alla scomparsa e alla morte di Avenir Hysaj, muratore 34enne di Bra trovato senza vita il 19 marzo scorso in un bosco poco distante da Pocapaglia (Cuneo), dopo che di lui non si era più avuta notizia dal 22 febbraio. I carabinieri di Bra hanno tratto in arresto i due presunti assassini che lo hanno freddato con colpi d'arma da fuoco.

Arrestati i due presunti assassini di Avenir Hysaj

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Bra hanno tratto in arresto, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dall’Ufficio GIP del Tribunale di Asti, due soggetti italiani poiché ritenuti responsabili, a seguito dei gravi indizi di colpevolezza emersi durante le fasi investigative, dell’omicidio di Hysaj Avenir, 34enne cittadino albanese e residente a Bra, il cui cadavere era stato rinvenuto il 19 marzo in una zona impervia del comune di Pocapaglia.

Trovato senza vita in un bosco

Avenir Hysaj era stato ritrovato senza vita in un bosco poco distante da Pocapaglia il 19 marzo scorso. L'attività investigativa era iniziata a seguito della denuncia sporta dal padre del 34enne, avvenuta il 22 febbraio 2021, giorno in cui di Avenir non si avevano avute più notizie. L'uomo aveva appena accompagnato i genitori a fare alcuni acquisti senza però tornare a riprenderli. Il suo cellulare era risultato irraggiungibile dalle 15 di quel giorno.

I genitori avevano chiesto l'aiuto di "Chi l'ha visto?"

Qualche giorno dopo la scomparsa, i familiari del 34enne si sono rivolti anche alla trasmissione televisiva di Raitre "Chi l’ha visto?" per lanciare un appello sia a lui, sia a chiunque avesse potuto incrociarlo, al fine di avere qualsiasi informazioni che potesse rassicurarli o rivelarsi utile a rintracciarlo. Sulla scoperta del corpo e le ipotesi sulle cause della morte, erano partiti quindi gli accertamenti da parte dei carabinieri della Compagnia di Bra.

TI POTREBBE INTERESSARE: Saldi estivi 2021: manca poco IL CALENDARIO

Morto per colpi d'arma da fuoco

Le indagini eseguite dalla compagnia dei carabinieri di Bra hanno consentito di ricostruire le fasi del delitto di Avenir Hysa, deceduto a causa di alcuni colpi d'arma da fuoco esplosi nei pressi del "Circolo Arcobaleno" di Bra. Nel corso delle operazioni sono stati posti sotto sequestro i locali del circolo e alcune delle pertinenze ad esso collegate. I due presunti assassini del 34enne albanese sono stati tradotti, a disposizione dell'Autorità giudiziaria, presso gli istituti penitenziari.