Contro la didattica a distanza

Con tavolino e tablet davanti al suo liceo, la prof di Cuneo: “Riaprite le scuole!”

Sara Masoero, 46 anni e docente di Arte, nella giornata di ieri, martedì 17 novembre 2020, ha svolto le sue lezioni, fuori dall'ingresso del suo istituto. La sua protesta - ha dichiarato - andrà avanti ad oltranza fino ad una possibile riapertura.

Con tavolino e tablet davanti al suo liceo, la prof di Cuneo: “Riaprite le scuole!”
Cuneo città, 18 Novembre 2020 ore 10:20

La docente di Storia dell’Arte del liceo Peano-Pellico di Cuneo ha manifestato apertamente il suo dissenso alla chiusura delle scuole. Sara Masoero, 46 anni, nella giornata di ieri, martedì 17 novembre 2020, ha svolto le sue lezioni, a partire dalle 8 del mattino, sotto i portici fuori dall’ingresso del suo istituto munita di tavolino, tablet e libri. Il suo pensiero è stato  esposto su due cartelloni provocatori: “Riaprite la scuola!“.

Con tavolino e tablet davanti al suo liceo, la prof di Cuneo: “Riaprite le scuole!”

Il giorno precedente, aveva informato con una mail le sue 9 classi e ieri mattina alle 8 si è posizionata con banco e cartelli davanti all’ingresso del liceo Peano-Pellico di Cuneo, sotto i portici di corso Giolitti. Con sé tablet e libri, appunti, paraorecchie per ripararsi dal freddo. Si è svolta così la manifestazione di protesta della docente di Storia dell’Arte, Sara Masoero, 46 anni. La prof di Cuneo ha espresso liberamente il suo pensiero circa la chiusura delle scuole superiori imposta dall’ultimo Dpcm. I cartelloni esposti sul tavolino: “La scuola è un priorità nazionale? Davvero? Allora riapritela!”. Nel corso della giornata, l’insegnante di arte ha ricevuto solidarietà da tre donne (una collaboratrice, una prof di sostegno e una docente di matematica e fisica), due delle quali le hanno portato the caldo e biscotti.

La protesta continuerà ad oltranza

Sara Masoero ha dichiarato ai microfoni dei cronisti che la sua protesta continuerà ad oltranza. Secondo la docente la dad va bene per brevi periodi, o un supporto, altrimenti diventa “qualcosa di alienante”. Nella speranza di trovare sostegno tra gli studenti, la prof di Cuneo ha sottolineato che andrà avanti da sola fino a che non ci sarà una riapertura, anche parziale, della scuola.

LEGGI ANCHE:

Si era messa a studiare con tavolino e pc davanti al suo liceo, ora la lettera a Cirio

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità