Reintroduzione necessaria

Sindacati provinciali al Prefetto: “Nei supermercati ingressi contingentati e misurazione della febbre”

Le sigle sindacali provinciali chiedono di tutelare la salute e la sicurezza di tutti i loro dipendenti e di tutte le persone che frequentano le loro filiali.

Sindacati provinciali al Prefetto: “Nei supermercati ingressi contingentati e misurazione della febbre”
Cuneo città, 06 Novembre 2020 ore 11:25

Le sigle sindacali provinciali (Filcams, Fisascat e Uiltucs) scrivono al Prefetto di Cuneo: “Nei supermercati tornino gli ingressi contingentati e la misurazione della febbre“.

Sindacati provinciali al Prefetto

Da oggi, venerdì 6 novembre 2020, il Piemonte è ufficialmente zona rossa. Le sigle sindacali provinciali (Filcams, Fisascat e Uiltucs) si sono mosse attraverso un comunicato indirizzato al Prefetto di Cuneo e alle aziende della Grande Distribuzione Organizzata sul territorio, per richiamare l’attenzione sul rispetto delle procedure di sicurezza relative al contenimento del contagio da Covid-19. Queste le parole di Ivan Infante (Filcams), Alessandro Lotti (Fisascat) e Fabio Bove (Uiltucs):

“L’intento è quello di sollecitare tutte le realtà che operano nel settore ad applicare nell’immediato misure quali il contingentamento degli ingressi e il limite di una persona per carrello oltre alla rilevazione della temperatura. Riteniamo che in questo periodo di pandemia, così violento, le Aziende debbano attivarsi tempestivamente per tutelare la salute e la sicurezza di tutti i loro dipendenti e di tutte le persone che frequentano le loro filiali, con ogni mezzo a disposizione”.

LEGGI ANCHE:

Chiese aperte anche in zona rossa, indicazioni del vescovo di Cuneo

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità