Bilancio del festival

Scrittorincittà 2020: l’edizione online che si è adeguata ai cambiamenti

Causa emergenza sanitaria, l'evento si è svolto interamente sui canali Youtube e Facebook di Scrittorincittà, con ben 146 appuntamenti e la partecipazione di quasi 200 ospiti.

Scrittorincittà 2020: l’edizione online che si è adeguata ai cambiamenti
Cuneo città, 16 Novembre 2020 ore 14:53

Ben 146 appuntamenti con quasi 200 ospiti. E’ stato questo l’intenso programma della 22esima edizione del festival letterario della città di Cuneo, intitolato Scrittorincittà. Quest’anno, causa emergenza sanitaria, l’evento si è svolto interamente online sui canali Youtube e Facebook di Scrittorincittà, dando dimostrazione della capacità delle grandi manifestazioni di adeguarsi ai cambiamenti, anche ai più imprevedibili.

Scrittorincittà 2020: l’edizione online che si è adeguata ai cambiamenti

Oggi, lunedì 16 novembre 2020, si chiude con un appuntamento extra, che vedrà protagonisti Giorgio Gori, Francesco Cancellato e Federico Borgna, la XXII edizione di Scrittorincittà. Anche quest’anno il festival, svoltosi interamente online da mercoledì 11 a domenica 15 novembre 2020 a causa dell’emergenza sanitaria in atto, ha registrato un’entusiasta e affettuosa partecipazione del pubblico, che ha seguito con attenzione i quasi 150 appuntamenti con scrittori, giornalisti, critici e protagonisti della letteratura, dello sport, del cinema e della musica, trasmessi sul sito e sui canali social della manifestazione.

Il filo conduttore di questa edizione, intorno al quale autori italiani e stranieri sono stati come sempre chiamati a esprimersi e riflettere, è stato il tema del “Prossimo”, argomento scelto in tempi non sospetti e che negli ultimi mesi ha assunto nuovi significati e accezioni. “Prossimo”, vicino, così vicino da non poterlo evitare. “Prossimo”, l’inevitabile, ciò che arriva, ciò che ti trovi addosso, anche quando non lo pensi, anche quando non lo vuoi, com’è successo un po’ a tutti quest’anno. “Prossimo”, come la prossima edizione del festival, con l’augurio che possa tenersi dal vivo, che pubblico e autori possano essere di nuovo fisicamente prossimi.

Gli ospiti che hanno partecipato a Scrittorincittà

In cinque giorni, il festival ha dato voce a quasi 200 ospiti, italiani e stranieri, che sono stati chiamati a esprimersi e riflettere con i lettori di ogni età in incontri pensati per mettere a confronto chi legge e chi scrive, chi disegna e chi racconta, con modalità sempre diverse e originali.

Tra gli ospiti che hanno arricchito questa edizione di scrittorincittà: Abdullahi Ahmed, Enaiatollah Akbari, Ambra, Daniele Aristarco, Corrado Augias, Silvia Avallone, Lorenzo Baglioni, Alessandro Barbero, Orietta Berti, Tito Boeri, Raoul Bova, Nicola Brunialti, Francesco e Gianrico Carofiglio, Manlio Castagna, Lia Celi, Mathilde Chapuis, Yeniffer Lilibell Aliaga Chávez, Don Luigi Ciotti, Gherardo Colombo, Anna Dalton, Andrea De Carlo, Narcissa V. Ewans, Tiziana Ferrario, Sara Gama, Alessia Gazzola, Fabio Geda, Pietro Grasso, Thomas Gunzig, Simonetta Agnello Hornby, Riccardo Iacona, Marco Imarisio, Gad Lerner, Loredana Lipperini, Elena Loewenthal, Vito Mancuso, Giovanna Mantegazza, Elisa Mazzoli, Luca Mercalli, Maurizio Molinari, Michela Murgia, Cristina Petit, Telmo Pievani, Giuliano Pisapia, Veronica Yoko Plebani, Massimo Polidoro, Lia Quartapelle, Massimo Recalcati, Sergio Rizzo, Mary Robinson, Filippo Roma, Clara Sánchez, Joni Seager, Jean-François Sénéchal, Beppe Severgnini, Agnese Sonato, Federico Taddia, Licia Troisi, Andrea Vitali, Virginia Volpi, Andrea Zorzi.

Tutti gli eventi resteranno fruibili sul canale Youtube e sulla pagina Facebook di scrittorincittà, in modo da offrire a chi si fosse perso l’incontro con il suo scrittore preferito o volesse lasciarsi guidare dalla curiosità di poter recuperare l’appuntamento.

Le parole dell’assessore Cristina Clerico

Grande soddisfazione per l’assessore comunale Cristina Clerico, la quale ha voluto sottolineare come Scrittorincittà ha saputo, soprattutto quest’anno, preservare e mantenere la propria essenza più profonda con dialoghi appassionati e moderazioni convincenti:

Quest’anno scrittorincittà ha dovuto mantenere le distanze e fare inevitabilmente i conti con una realtà nuova il fermento di autori e lettori transumanti per le vivaci vie cittadine, a cui le precedenti edizioni ci avevano abituato, ha ceduto il passo di fronte alle inquadrature di scrittori e moderatori che, in un contesto intimo fatto di immancabili librerie o di curiose quinte, hanno alimentato dibattiti e confronti. Nonostante la novità del proscenio, scrittorincittà ha saputo preservare e mantenere la propria essenza più profonda imperniata su centinaia di incontri dai dialoghi appassionati e dalle moderazioni convincenti. La possibilità di accedere agli incontri da remoto ha inoltre consentito agli utenti di vedere (e rivedere), in qualsiasi momento, gli eventi ai quali non avevano potuto prendere parte, magari perché concomitanti con quelli prescelti. Scrittorincittà ha mostrato la capacità delle grandi manifestazioni di adeguarsi ai cambiamenti, anche ai più imprevedibili”.

LEGGI ANCHE:

Si era messa a studiare con tavolino e pc davanti al suo liceo, ora la lettera a Cirio

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità