Cronaca
Grande paura

Minaccia una ragazza con un coltello da cucina e poi le ruba l'auto

I Carabinieri della Compagnia di Saluzzo hanno arrestato un 27enne di origini brasiliane per rapina aggravata ai danni di una giovane donna nel parcheggio di un esercizio commerciale.

Minaccia una ragazza con un coltello da cucina e poi le ruba l'auto
Cronaca Saluzzo e pianura, 05 Dicembre 2020 ore 14:49

Mentre la ragazza stava per salire a bordo della sua automobile, è stata avvicinata da un 27enne di origini brasiliane che l'ha minacciata con un coltello e poi le ha rubato l'auto. E' accaduto a Saluzzo nel parcheggio di un esercizio commerciale. L'uomo è stato tratto in arresto dai Carabinieri con l'accusa di rapina aggravata.

Minaccia una ragazza con un coltello da cucina e poi le ruba l'auto

I Carabinieri della Compagnia di Saluzzo hanno arrestato un 27enne di origini brasiliane residente nel cuneese e con alcuni precedenti di Polizia, poiché gravemente indiziato di avere consumato una rapina aggravata. I fatti sono accaduti nel parcheggio di un esercizio commerciale di Saluzzo, quando una ragazza, nell’apprestarsi a salire a bordo della sua autovettura, è stata raggiunta da un giovane a volto scoperto, che con la minaccia di un grosso coltello da cucina, le ha intimato di consegnargli le chiavi della sua utilitaria.

La giovane donna, spaventata, ha lasciato le chiavi al rapinatore che, salito a bordo del mezzo, si è allontanato a forte velocità. La vittima ha immediatamente allertato il numero di emergenza 112, chiedendo l’intervento di una pattuglia dei Carabinieri. Quest'ultimi, giunti poco dopo sul posto, hanno raccolto le informazioni sulla dinamica del fatto e la descrizione del giovane. I militari dell'Arma, grazie al Gps istallato sull’auto, hanno localizzato l’autovettura a circa un chilometro dal luogo dei fatti dove hanno raggiunto l’uomo, mentre risaliva a bordo dell’auto, dopo essersi liberato del coltello con cui poco prima aveva minacciato la ragazza, ritrovato nella sua abitazione nel corso della perquisizione domiciliare. È stato quindi tratto in arresto con l’accusa di rapina aggravata e condotto presso il carcere di Cuneo. Nei giorni successivi l’arresto è stato convalidato dal Gip del Tribunale di Cuneo.

LEGGI ANCHE: Ciclista investito da un auto… ma la colpa è sua perché era ubriaco