Il confronto

Bottero chiude a Trana e trasloca a Cuneo, sciopero permanente di tutti i dipendenti torinesi

L'azienda ha fatto sapere che lo stabilimento non è più sostenibile economicamente. Aggiornamento coi sindacati fissato per domani, intanto i lavoratori di Trana incrociano le braccia.

Bottero chiude a Trana e trasloca a Cuneo, sciopero permanente di tutti i dipendenti torinesi
Cronaca Cuneo città, 04 Febbraio 2021 ore 10:25

Bottero chiude a Trana e trasloca a Cuneo. Un vero e proprio fulmine a ciel sereno che ha lasciato senza parole lavoratori e sindacati. Nel corso della giornata di ieri, mercoledì 3 febbraio 2021, i vertici dell'azienda si sono incontrati con le sigle sindacali per discutere di questa sorprendente decisione. Dal primo incontro non si è riusciti a trovare una soluzione e le parti si aggiorneranno domani. Fino a quel momento però i dipendenti dello stabilimento torinese si sono prodigati per uno sciopero permanente.

Bottero chiude a Trana e trasloca a Cuneo

La notizia piombata dal nulla come un fulmine a ciel sereno aveva lasciato sbigottiti sia i lavoratori, sia i sindacati. Lo scorso lunedì, 1 febbraio 2021, tramite una mail, i vertici dirigenziali della Bottero, azienda leader nella produzione di macchinari per la lavorazione del vetro, ha informato i 59 dipendenti dello stabilimento di Trana (Torino) che la sede torinese avrebbe chiuso a partire da marzo 2021 e che tutti quanti sarebbero stati trasferiti nella sede centrale di Cuneo.

Sciopero permanente di tutti i dipendenti torinesi

Come riportato in precedenza, tramite le parole di Pino Lo Gioco (funzionario Fiom Cgil), nel corso della giornata di ieri, mercoledì 3 febbraio 2021, le sigle sindacali si sono riuniti con i dirigenti dell'azienda per parlare di questa decisione inaspettata e sorprendente. Dall'incontro è emerso che lo stabilimento, dove già 5 anni fa i dipendenti erano stati dimezzati, non è più sostenibile economicamente e lavora al 25% delle sue possibilità. Le hanno fatto sapere che si riaggiorneranno domani, venerdì 5 febbraio 2021. Fino a quel momento, tuttavia, tutti i lavoratori dello stabilimento di Trana (Torino) hanno deciso di incrociare le braccia in uno sciopero permanente, in totale opposizione alla chiusura della sede torinese e al trasferimento in quella principale di Cuneo.

Le due sedi distano 112 km in auto

TI POTREBBE INTRESSARE: Fulmine a ciel sereno, la Bottero chiude a Trana e trasloca a Cuneo

Tra l'impianto principale di Cuneo e la sede periferica di Trana ci sono ben 112 km di distanza, con un tempo di percorrenza medio in auto di un’ora e dodici minuti. Alla luce di questa problematicità di spostamento, la decisione dei vertici dirigenziali della Bottero risulta ancora più sorprendente. Solo un mese prima, inoltre, la direzione generale, come riportato dalla voce dei sindacati, aveva dato ampie garanzie sulla continuità produttiva della sede Torinese. Seguiranno aggiornamenti sulla vicenda.