Asti-Cuneo: i sindaci incontrano Conte e Toninelli

Le prime rassicurazioni: "ci accolleremo la responsabilità di ultimarla, siamo venuti qui per questo motivo” così il premier Conte.

Asti-Cuneo: i sindaci incontrano Conte e Toninelli
Cuneo città, 19 Marzo 2019 ore 10:29

Ieri il sopralluogo del premier a Cherasco dove si interrompe l’autostrada

Il premier Giuseppe Conte e il ministro alle infrastrutture Danilo Toninelli hanno visitato, ieri mattina, il cantiere incompiuto dell’Asti-Cuneo e incontrato gli amministratori del sud Piemonte, tra cui il presidente della Provincia Gabusi, durante un vertice che si è tenuto nella Prefettura della Granda.

Presente anche il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, il quale ha voluto sottolineare come anche Asti è al fianco di Cuneo in questa lunga battaglia. così come riportano i colleghi de Lanuovaprovincia.it.

"Ho partecipato a quel tavolo per dire che Asti è a fianco di Cuneo nella richiesta di completare l’autostrada – è il primo commento del sindaco Rasero raggiunto al telefono al termine dell’incontro – Ma noi astigiani abbiamo chiesto che tra le opere complementari dell’Asti-Cuneo, se venisse terminata come annunciato, ci sia il collegamento sud/ovest. A Toninelli e Conte abbiamo spiegato che dal primo progetto della tangenziale sud/ovest, impattante e con un costo di 350 milioni di euro, siamo passati a un progetto assolutamente fattibile sotto tutti i punti di vista, tra cui quello economico dal momento che costerebbe 70 milioni".

VEDI ANCHE: Strigliata al fronte pro Asti-Cuneo: “Fate tutto da soli” : Alla manifestazione a Cherasco c'erano solo sindaci della Granda, per la "gioia" della vicina provincia.

Chiesta anche la tangenziale sud/ovest

La realizzazione della tangenziale sud/ovest è una delle tante opere complementari legate alla realizzazione dell’ultimo troncone autostradale dell’A33,

"ma per Asti – continua il sindaco Rasero – significherebbe avere il secondo ponte sul Tanaro, indispensabile per non bloccare la viabilità in caso di emergenze, come quella avvenuta durante l’ultima piena del fiume, e alleggerire tutto il traffico che insiste sulla città tra l’accesso ovest e corso Savona".

All’incontro, definito cordiale, ha partecipato anche Gabusi che ha portato la voce non solo dell’Ente provinciale, ma soprattutto di tutti i sindaci del sud Astigiano che chiedono a gran voce la tangenziale sud/ovest perché diventerebbe l’accesso veloce all’ospedale Massaia.

Le prime rassicurazioni

Accompagnati dall'attuale presidente del Piemonte Sergio Chiamparino, si sono recati sul troncone della A33 a pochi chilometri dall'abitato di Cherasco. Visita, tavolo tecnico e operativo con esperti e parlamentari.

Da Conte e Toninelli, in visita al troncone interrotto di Cherasco, sono comunque arrivate le prime rassicurazioni:

"Quest’opera inconclusa è ferma dal 2012: ci accolleremo la responsabilità di ultimarla, siamo venuti qui per questo motivo” così il premier Conte, affacciatosi all’estremità del troncone".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter