Menu
Cerca
Ecologia

Zero plastica a Bra, la campagna promossa dall’Amministrazione comunale

L'iniziativa vuole ridurre la produzione di plastica e migliorarne la raccolta differenziata. Saranno indetti, in questo senso, due concorsi per studenti e cittadini braidesi. Tanti i premi in palio.

Zero plastica a Bra, la campagna promossa dall’Amministrazione comunale
Politica Bra e Roero, 05 Febbraio 2021 ore 11:34

Ogni anno in Italia la produzione di plastica è enorme: basti pensare che solo per quanto riguarda le classiche bottiglie da 1,5 litri e da 0.5 litri ne produciamo oltre 13,5 miliardi e ogni anno nel solo Mediterraneo finiscono 200.000 tonnellate di plastica. Una quantità di rifiuti sterminata. Per questo il Comune di Bra e il Consorzio Co.a.b.se.r (Consorzio Albese Braidese Servizi Rifiuti) hanno deciso di promuovere la campagna di sensibilizzazione “Zero plastica a Bra”, rivolta ai cittadini braidesi, ai ragazzi delle scuole e ai comitati di quartiere. L’iniziativa si avvale del supporto dei partner E.R.I.C.A. soc. coop., che ha ideato la campagna e collaborerà alla realizzazione delle numerose azioni previste, e Pier H20, la ditta che ha realizzato e gestisce le due “casette dell’acqua” presenti nella città della Zizzola.

Zero plastica a Bra, la campagna promossa dall’Amministrazione comunale

La campagna “Zero plastica a Bra” ha due obiettivi:

  • ridurre la produzione di plastica anche attraverso la promozione del consumo dell’acqua pubblica;
  • migliorare la raccolta della plastica in qualità e attraverso la riduzione dei volumi

A tal fine, oltre alla distribuzione di materiale informativo e la creazione di una pagina web informativa, sono indetti due concorsi che coinvolgeranno tutti i braidesi:

  • Quartiere più riciclone del Comune di Bra, che consisterà nel verificare a campione e per alcuni mesi la qualità della raccolta differenziata della plastica di ogni quartiere o frazione braidese da parte di una apposita “commissione”. Il quartiere o la frazione che risulterà effettuare la migliore raccolta differenziata avrà in regalo l’allestimento o il rifacimento di una piccola area verde.
  • Concorso per cittadini e studenti, che prevede la realizzazione di un elaborato (video, foto, disegno, manifesto o testo) su uno dei seguenti temi: promuovere il consumo dell’acqua del rubinetto, come differenziare correttamente la plastica, come schiacciare le bottiglie di plastica

I cittadini o gli studenti che vorranno partecipare dovranno registrarsi sul sito www.verdegufo.it e inviare il proprio elaborato a partire dal 15 febbraio fino al 31 marzo 2021. Gli elaborati pervenuti saranno caricati su una piattaforma web per essere successivamente votati (dal 1° al 15 aprile 2021) da tutti i braidesi. I lavori più votati saranno premiati durante la conferenza stampa finale del progetto e potranno essere utilizzati per ulteriori campagne comunicative.

Il concorso prevede 5 categorie:

  • studenti delle classi 1^ e 2^ delle primarie,
  • studenti delle classi 3^, 4^ e 5^ delle primarie,
  • studenti delle scuole secondarie di primo grado
  • studenti delle scuole di secondo grado
  • cittadini.

Saranno premiati i primi classificati per singola categoria indipendentemente dal tema affrontato. Sono in premio un volo in mongolfiera, un’escursione in un maneggio della zona, alcuni ingressi all’acquario di Genova, una visita guidata presso le Grotte di Bossea, oltre a chiavette per l’erogazione dell’acqua delle casette e delle bottiglie in vetro messi a disposizione della ditta Pier H2O che verranno distribuiti fino ad esaurimento scorte ai partecipanti al concorso.

Le dichiarazioni sulla campagna

L’Assessore all’Ambiente del Comune di Bra, Daniele Demaria ha così commentato l’iniziativa:

“I cittadini di Bra hanno già dato prova di saper raggiungere livelli eccezionali di raccolta differenziata, circa il 90% del totale, un dato che colloca la città della Zizzola al secondo posto nella provincia di Cuneo e ai vertici dell’intera regione. Bra ha infatti ridotto in soli due anni di oltre 100 chilogrammi la quantità pro-capite di rifiuti portati in discarica (75 kg contro i 176,9 del 2018). Ciononostante, le sfide ambientali che abbiamo di fronte ci impongono il raggiungimento di un’economia al 100% circolare, dove i rifiuti diventano risorsa completamente utilizzabile. Per raggiungere questo obiettivo dobbiamo imparare il valore dei materiali, riflettere sulle nostre abitudini e imporre con i nostri acquisti quotidiani un cambio anche alle aziende che utilizzano imballaggi. Ricordiamoci che ogni nostro acquisto si traduce in un like, un voto, nei confronti di un certo prodotto: incentiviamo quelli virtuosi!”.

La vicepresidente del Coabser, Ing. Sara Cravero sottolinea invece che:

“Il Consorzio Albese Braidese Servizi Rifiuti ha scelto da tempo di attuare politiche innovative e concrete nell’ambito della raccolta differenziata, della gestione delle isole ecologiche e della sensibilizzazione verso comportamenti eco-sostenibili che coinvolgano e responsabilizzino comuni e cittadinanza.  Questi indirizzi stanno offrendo anno dopo anno risultati tangibili e soddisfacenti, come testimonia anche il rapporto 2020 di Legambiente Comuni Ricicloni, che ci posiziona come il consorzio più virtuoso della provincia di Cuneo e tra le eccellenze della Regione Piemonte. Inoltre, con 156,2 chilogrammi pro-capite di rifiuti portati in discarica nel 2019, il CO.A.B.SE.R. ha centrato in anticipo l’obiettivo regionale 2020  e stiamo instancabilmente traguardando nuovi obiettivi, a partire da questa campagna che mira a stimolare la cittadinanza attiva dei cittadini,  degli studenti e dei comitati di quartiere, stando ancora una volta a significare l’importanza e il grande potenziale di una comunità  che agisce coesa verso un obiettivo comune di attenzione e salvaguardia ambientale”.