Flash Mob

Ambulanti contro il Dpcm, l’assessore regionale Poggio: “Sono al vostro fianco!”

Domani, martedì 10 novembre 2020, a partire dalle 7, si svolgerà la manifestazione di protesta dei titolari dei banchi del mercato cittadino.

Ambulanti contro il Dpcm, l’assessore regionale Poggio: “Sono al vostro fianco!”
Cuneo città, 09 Novembre 2020 ore 14:20

Forte protesta da parte degli ambulanti a Cuneo contro il Dpcm. Domani, martedì 10 novembre 2020, fin dalle 7, in occasione del mercato cittadino, ci sarà un solo banco in tutta piazza Galimberti.

Ambulanti contro il Dpcm, domani un solo banco in tutta piazza Galimberti

Un solo banco in tutta piazza Galimberti a Cuneo in occasione del mercato di domani, martedì 10 novembre. In questo modo hanno scelto di protestare gli ambulanti, fortemente penalizzati dall’ultimo Dpcm, il quale consente esclusivamente la presenza dei banchi alimentari e dei beni di prima necessità. A causa dell’istituzione della “zona rossa” in Piemonte, molti titolari di banchi si sono ritrovati a dover sospendere le loro attività e a dover fare i conti con le disparità e le contraddizioni indicate dal Decreto governativo. Dei 350 banchi del maggiore mercato provinciale, solamente un centinaio sono quelli che potranno continuare a lavorare.

Gualtiero Chiaramello, segretario provinciale della Fiva, federazione degli ambulanti di Confcommercio, ha spiegato che la manifestazione di domani, martedì 10 novembre 2020, è stata autorizzata dalla Questura di Cuneo e si tratterà di un flash mob. Verrà montato al centro di piazza Galimberti un banco simbolo della protesta. I toni resteranno pacifici, ma la categoria ha deciso di manifestare le sue difficoltà perché giunta allo stremo.

L’assessore regionale Poggio: “Sono al vostro fianco!”

L’assessore al Commercio, Vittoria Poggio, si schiera al fianco degli operatori dei settori dell’abbigliamento per bambini, sportivo e florovivaistico (fiori), penalizzati dalla norma del Governo che consente la vendita di questi articoli al chiuso ma non all’aperto.

Come assessore sono al fianco degli ambulanti che domani scenderanno in piazza a Cuneo, sicuramente in forma pacifica, per protestare contro le limitazioni ancora più severe disposte dal Governo che impediscono la vendita di prodotti come abiti per bimbi, fiori e bulbi o articoli sportivi, consentiti soltanto nei negozi o centri commerciali generando una concorrenza sleale. Non è il momento di fare polemiche, tuttavia mi sento di manifestare vicinanza e solidarietà nei confronti dei commercianti su aree mercatali ulteriormente e gravemente colpiti da un provvedimento che appare discriminatorio e destinato a mettere in difficoltà economiche migliaia di famiglie piemontesi già duramente colpite durante il primo lockdown”.

LEGGI ANCHE:

Bambini asintomatici continuavano ad andare a lezione, chiuse le scuole di Canale per sanificazione

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità