Save the food

Langhe e Asti contro gli sprechi alimentari con l’app “Too Good To Go”

Il servizio, usufruibile tramite applicazione sullo smartphone, permette a commercianti e ristoratori di mettere in vendita a prezzi ridotti il cibo invenduto a fine giornata.

Langhe e Asti contro gli sprechi alimentari con l’app “Too Good To Go”
Alba e Langhe, 12 Novembre 2020 ore 14:08

“Too Good To Go” arriva ufficialmente nelle Langhe e ad Asti con l’obiettivo di sostenere i commercianti e riavvicinare i cittadini agli esercizi commerciali di prossimità in sicurezza, soprattutto in questo periodo di difficoltà. L’app permette a commercianti e ristoratori di mettere in vendita a prezzi ridotti il cibo invenduto a fine giornata. Tanti i locali ad aderire all’iniziativa: il ristorante di sushi Tako e la panetteria Fratelli Ponzio a Bra; l’enoteca Bianco Rosso Rosè, la Drogheria Alba e la Pasticceria Berta ad Alba; l’Azienda Agricola Rivetti a Diano d’Alba; l’enoteca La Vite Turchese a Barolo; la catena di gelaterie Grom ad Asti e i Despar, Despar Express ed Eurospar aderenti ad Asti e provincia.

Langhe e Asti contro gli sprechi alimentari con l’app “Too Good To Go”

“To Good To Go” sbarca ufficialmente nelle Langhe e ad Asti: l’app antispreco permette a ristoratori e commercianti di proporre ogni giorno le “Magic Box“, delle bag con una selezione a sorpresa di deliziosi prodotti e piatti freschi rimasti invenduti a fine giornata e che non possono essere rimessi in vendita il giorno seguente. Dopo il successo che ha contraddistinto l’attività dell’app a Torino, arriva in città come Asti, Bra e Alba, ma anche in centri più piccoli come Savigliano e Fossano. Con “Too Good To Go” gli esercenti possono inserire facilmente la disponibilità di box, senza specificare che tipo di prodotti saranno presenti all’interno, basandosi sugli invenduti della giornata.

Lato utenti: come funziona

Per ordinare una “Magic Box” basta accedere alla app su smartphone e geolocalizzarsi per individuare i locali aderenti: per ritirarla non bisogna far altro che recarsi al negozio nella fascia oraria specificata, generalmente poco prima della chiusura, evitando così i momenti di massima affluenza. Inoltre, il pagamento della “Magic Box” avviene direttamente in app, garantendo il rispetto del distanziamento sociale ed evitando lo scambio di cartamoneta.

Modello virtuoso anche per il pianeta

Un modello virtuoso per gli esercenti commerciali, gli utenti e anche il pianeta: infatti ogni “Magic Box” salvata, permette di risparmiare 2.5 kg di Co2. Da marzo 2019, data dell’arrivo dell’app in Italia, sono state acquistate tramite l’app più di un milione di “sacchetti antispreco”, per un totale di 1000 tonnellate di cibo ancora ottimo che non è finito nella spazzatura e 2500 tonnellate di emissioni di Co2 evitate. Anche Asti e le Langhe ora si fanno portavoce di un movimento antispreco sempre più diffuso, con più di 50 esercizi commerciali che già aderiscono nella zona, dalla panetteria di quartiere fino alla grande distribuzione.

Le parole del Country Manager Italia

L’arrivo di ‘Too Good To Go’ nelle Langhe e ad Asti è quanto mai un passo importante, soprattutto in un momento di incertezza come questo, in cui è fondamentale fornire strumenti per connettere cittadini ed esercenti commerciali, in tutta sicurezza”, spiega Eugenio Sapora, Country Manager Italia di “Too Good To Go”. “L’aver raggiunto un traguardo come il milione di Magic Box vendute in Italia, con 1000 tonnellate di cibo salvato e 2500 tonnellate di CO2 non emesse, è per noi motivo di orgoglio, ma anche una spinta a continuare l’espansione lungo la penisola, dalle città più grandi fino ai centri più piccoli, per poter diffondere in modo sempre più capillare la nostra missione anti spreco”.

Chi ha aderito all’iniziativa nelle Langhe e ad Asti

Tanti gli esercenti nelle Langhe e ad Asti che aderiscono all’iniziativa, tra cui: ad Alba la Pasticceria Berta, locale storico in centro; l’enoteca Bianco, Rosso e Rosè, che offre prodotti tipici della zona dal dolce al salato; la Drogheria Alba che propone eccellenze del territorio e non solo; a Bra troviamo invece tra gli altri Tako, ristorante di sushi e cucina giapponese e la panetteria Fratelli Ponzio, con un’offerta che va dal dolce al salato. Anche in centri più piccoli, “Too Good To Go” è attiva con tante proposte come quella dell’Azienda Agricola Rivetti a Diano d’Alba, attenta al territorio e ai suoi frutti e l’enoteca La Vite Turchese, con uno shop di vini e prelibatezze della zona, a Barolo. Ad Asti troviamo invece la catena di gelaterie Grom, la cui collaborazione con Too Good To Go si è espansa capillarmente in tutta Italia, e i punti vendita Despar, Despar Express ed Eurospar aderenti ad Asti e provincia.

“Too Good To Go” nel mondo

Presente in 14 Paesi d’Europa e negli Stati Uniti con oltre 27 milioni di utenti, più di 45mila negozi aderenti e 50 milioni di “Magic Box” vendute, “Too Good To Go” ha permesso ad oggi di evitare l’emissione di oltre 100 milioni di kg di CO2. In Italia “Too Good To Go” in un anno ha conquistato oltre un milione di utenti e venduto un milione di Magic Box grazie agli oltre 6.500 negozi aderenti.

LEGGI ANCHE:

Doctor App: la start up piemontese che sfida il Covid-19 supportando i medici di famiglia

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità