Villafalletto

"Oscar green": "imprenditore digitale" della provincia di Cuneo in finale

Sostenibilità ambientale e rispetto del territorio sono i principi cardine della sua azienda

"Oscar green": "imprenditore digitale" della provincia di Cuneo in finale
Pubblicato:

Si è svolta al Villaggio Coldiretti di Venezia la premiazione alla presenza del Presidente nazionale Coldiretti Ettore Prandini e del Delegato nazionale dei giovani Coldiretti Enrico Parisi.

Oscar Green: imprenditore digitale della Granda in finale

Finalista Oscar Green nazionale, per la categoria “Impresa digitale”, Giacomo Monge, di Villafalletto in provincia di Cuneo, giovane imprenditore agricolo che ha investito nella tecnologia a 360° per la sua azienda.

Giacomo, grazie a stage in aziende produttrici di mele e pesche in Sudafrica ed esperienze in America e California, ha appreso nuovi e moderni sistemi replicabili nella sua realtà agricola. L’uso di atomizzatori a basso volume consente di risparmiare acqua, ridurre gli sprechi e diminuire drasticamente il tempo di lavorazione nei frutteti. Con strutture di nuova generazione e moderni sistemi di allevamento del coniglio, come il sistema dual band con “box benessere” – i primi in Piemonte a utilizzarli – l’azienda ha automatizzato molti processi, migliorando il controllo e la prevenzione di malattie negli animali.

“Un grande onore vedere finalista nazionale un’azienda piemontese a questo importante concorso, che premia l’innovazione delle imprese agricole giovani che creano sviluppo, salvano il clima e l’ambiente e garantiscono cibo, servizi ed energia al Paese – spiega Claudia Roggero delegata regionale Giovani Impresa -. E’ la dimostrazione di come le imprese dei giovani imprenditori siano tenaci e volenterose di andare avanti poiché nell’agricoltura vedono traiettorie concrete di futuro. Le aziende che corrono per l’Oscar Green sono rappresentative di un modello di innovazione sostenibile in agricoltura che affonda le sue radici nella terra e nelle comunità”.

“L’agricoltura piemontese ha bisogno di nuova linfa che proprio le giovani generazioni sanno portare grazie a idee fresche che nascono da esigenze e sperimentazioni, ma che sanno poi concretizzarsi in vere progettualità, come quelle che negli anni sono emerse proprio attraverso questo concorso. Il rinnovato fascino della campagna si riflette nella convinzione comune che l’agricoltura sia diventata un settore capace di offrire e creare opportunità occupazionali e di crescita professionale, anche grazie alle grandi possibilità d’innovazione che il settore offre sul piano produttivo, ambientale e della sicurezza alimentare”, concludono Cristina Brizzolari, presidente di Coldiretti Piemonte, e Bruno Rivarossa, delegato confederale.

L'azienda agricola Monge

Sostenibilità ambientale e rispetto del territorio: questi i due principi cardine dell’azienda agricola Monge. Giacomo, grazie all’opportunità di effettuare stage in Sudafrica e in California, ha studiato ed imparato nuovi e moderni sistemi replicabili anche nella sua stessa realtà. In particolare, ha introdotto strutture di nuova generazione e moderni sistemi di allevamento del coniglio, automatizzando molti procedimenti, aumentando il controllo e la prevenzione di malattie e di problematiche in stalla. L’attenzione al risparmio energetico pervade la sua intera azienda: tramite, infatti, l’utilizzo di atomizzatori a basso volume evita di sprecare acqua e riduce drasticamente il tempo delle lavorazioni nei frutteti. Così come i tetti delle stalle sono coperti da impianti fotovoltaici per produrre energia pulita che utilizza in azienda e nell’allevamento. L’azienda di Giacomo è l’esempio di come ottimizzare le risorse e di come creare una vera e propria economia circolare.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali