Economia
CUNEO E PROVINCIA

Il fertilizzante organico del Progetto FiReZof illustrato sul campo per la prima volta a Racconigi e a Lagnasco

Si è tenuto lunedì 12 dicembre l’appuntamento presso l’azienda suinicola Bonetto e l’impresa frutticola F.lli Pansa

Il fertilizzante organico del Progetto FiReZof illustrato sul campo per la prima volta a Racconigi e a Lagnasco
Economia Montagna e valli, 14 Dicembre 2022 ore 10:17

Si è tenuta lunedì 12 dicembre la giornata dimostrativa del progetto FiReZof, che per la prima volta è stato presentato in campo al pubblico, prima presso l’azienda suinicola Bonetto di Racconigi e successivamente presso l’azienda frutticola F.lli Pansa di Lagnasco.

Il progetto

Il progetto riguarda la realizzazione di un fertilizzante organico, prodotto a partire da reflui zootecnici (liquame suino) ed ottenuto in seguito ad un processo di trasformazione sostenibile sotto il profilo delle emissioni oltre che dei costi. L’attività di ricerca e di sviluppo è stata realizzata dall’Università degli Studi di Torino – Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari (Disafa), con il contributo della Fondazione CRC, in collaborazione con Confagricoltura Cuneo, il Consiglio Nazionale delle Ricerche STEMS e AOP Piemonte. Presente alla giornata dimostrativa anche una classe V della Scuola Agraria Salesiana di Lombriasco.

Oltre cinquanta tra allevatori e frutticoltori si sono riuniti lunedì mattina nell’azienda dei fratelli Bonetto a Racconigi per l’illustrazione della prima parte del progetto FiReZof e per vedere, in concreto, il funzionamento del macchinario che separa i liquami dalla sezione solida.

Al pomeriggio, invece, presso i fratelli Pansa a Lagnasco, dopo un momento teorico nel magazzino, i partecipanti hanno potuto assistere alla dimostrazione del funzionamento di uno spandiconcime e uno spandi-pellettato, adattati al pellet ottenuto con il progetto FiReZof. Grazie al volo di droni e agli strumenti dell’agricoltura di precisione proposti, i computer di bordo dei macchinari hanno effettuato una distribuzione a rateo variabile, rispettando esigenze e necessità di ogni pianta.

L'avvio del progetto

Il progetto FiReZof viene avviato alla fine del 2016 con l’obiettivo di ridurre l’impiego di fertilizzanti di sintesi in frutteto grazie all’ottimizzazione nell’impiego di quelli organici e di incrementare la fertilità e la funzionalità dei suoli e della qualità delle produzioni frutticole. È stato dunque messo a punto un sistema di gestione e valorizzazione dei reflui zootecnici, prevedendo un abbattimento delle emissioni gassose dalle fasi di trattamento, stoccaggio e distribuzione dei reflui e la messa a punto di un sistema di densificazione del liquame con separazione post-acidificazione e pellettizzazione per la sua successiva delocalizzazione nei frutteti. Il rilievo automatizzato dello stato nutrizionale delle colture attraverso droni, la realizzazione di mappe e l’adattamento di macchinari per la distribuzione a rateo variabile rendono il progetto altamente tecnologico e innovativo.

Seguici sui nostri canali