Economia
CUNEO E PROVINCIA

Dal 3 al 5 settembre torna a Saluzzo la 75° Mostra Nazionale della Meccanica Agricola

Per tre giorni la città sarà invasa dall’evento che da 75 anni chiude l’estate saluzzese facendo incontrare i protagonisti dell’agricoltura in occasione della festa patronale di San Chiaffredo.

Dal 3 al 5 settembre torna a Saluzzo la 75° Mostra Nazionale della Meccanica Agricola
Economia Saluzzo e pianura, 14 Luglio 2022 ore 11:37

Da sabato 3 a lunedì 5 settembre 2022, torna a Saluzzo il tradizionale appuntamento con la Mostra Nazionale della Meccanica Agricola, che giunge quest’anno al suo 75° anno e alla sua 14a edizione nazionale.

Dove si terrà l'evento

L’evento si terrà presso il Foro Boario della città del Marchesato (via Don Giacomo Soleri, 16). Ancora una volta saranno protagoniste le attività che da sempre caratterizzano il paesaggio agricolo della pianura e delle valli del Monviso: la frutticoltura, l’innovazione nella meccanizzazione per l’agricoltura, l’allevamento della razza bovina Frisona e, dallo scorso anno, anche la produzione e la lavorazione del legno, grazie alla collaborazione con Boster Nord Ovest – Bosco e Territorio, al fine di valorizzare il legame del territorio saluzzese con la montagna. Per maggiori informazioni telefonare allo 0175/43527 o scrivere a info@fondazionebertoni.it o seguire i canali social ufficiali Facebook e Instagram.

“Siamo lieti di ospitare nella nostra città, come da tradizione, uno degli eventi di punta della stagione, diventato ormai un punto di incontro a livello nazionale per tutto il mondo agricolo – commenta Francesca Neberti, assessore alle Attività economiche, Mercati e fiere del Comune di Saluzzo –. La Mostra della Meccanica Agricola è un appuntamento al tempo stesso culturale, storico ed economico, che negli anni si è esteso anche alla zootecnica e all’area della filiera del legno. Proprio per l’importanza che questo evento ha per il nostro territorio, fatto al 90% di attività agricola, abbiamo portato avanti la sfida di non saltarne nessuna edizione, anche negli ultimi due anni segnati dalle difficoltà della pandemia”.

Lo spazio a disposizione

Attraverso i numerosi stand dislocati sugli oltre 35 mila metri quadrati di superficie del Foro Boario, la fiera di Saluzzo si propone, da sempre, di raccontare un territorio ricco di prodotti e aziende specializzate in comparti differenti, caratterizzato anche da un legame imprescindibile con le vallate montane.

“La Mostra ha saputo rinnovarsi e trasformarsi nel tempo, passando da fiera generalista a evento specializzato nel settore agricolo – spiega Carlotta Giordano, presidente della Fondazione Amleto Bertoni –. Grazie alla presenza di Arap Piemonte, la fiera vuole essere momento di confronto non solo per chi si occupa di agricoltura e frutticoltura, ma anche di allevamento. Inoltre, dato il grande successo dello scorso anno, abbiamo deciso di riproporre la nuova area tematica Filiera del legno saluzzese, uno spazio rivolto all’utenza tecnica, professionale e privata dei prodotti legati alle filiere del legno, della manutenzione del territorio montano e dell’agricoltura alpina”.

Oltre agli appuntamenti di approfondimento che avranno luogo durante le tre giornate dell’evento, la contestuale festa patronale di San Chiaffredo garantirà al pubblico serate di festa tra musica e spettacoli.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter