Menu
Cerca

Confartigianato nazionale ha premiato le eccellenze italiane del settore biciclette

Un riconoscimento anche alla cuneese CBT Italia.

Confartigianato nazionale ha premiato le eccellenze italiane del settore biciclette
Economia Cuneo città, 01 Luglio 2019 ore 10:03

Il Premio “Artibici” di Confartigianato nazionale, all’eccellenza artigiana nella bicicletta, consegnato mercoledì 26 giugno 2019 a Roma, è stato un vero e proprio viaggio tra i numeri dell’economia di settore, i principali marchi italiani e la collaborazione tra Confartigianato e Federciclismo per lo sviluppo della cultura delle due ruote a pedali.

Tra le imprese premiate a livello nazionale anche la cuneese CBT Italia

La filiera della bicicletta si conferma come un patrimonio dell’artigianato italiano, capace di conquistare il mondo a colpi di maestria e di tecniche di produzione. Una tradizione che continua dall’inizio del ‘900 e che ha fatto dell’Italia uno dei principali protagonisti delle due ruote a pedali.

” Siamo molto orgogliosi di questo premio, – hanno dichiarato i fratelli Bruno e Guido Tardivo – è un significativo riconoscimento all’impegno ed alla capacità artigianale della nostra impresa che, fin dalla sua costituzione, ha sempre investito in modo esclusivo nell’internazionalizzazione. La ricerca di materiali di alta qualità e l’utilizzo delle tecnologie più innovative sono alla base dei nostri prodotti, che rappresentano un esempio prestigioso del distretto delle biciclette “made in Italy” e di cui la nostra provincia, con oltre il 70% di bici assemblate a livello nazionale, detiene un importante primato produttivo “.

Le altre aziende insignite del riconoscimento sono state “Bixxis” di Doriano De Rosa (Desio, provincia di Monza e Brianza) e “Cicli di Batolomei” (Roma). Un riconoscimento speciale è andato alla Columbus, telai e tubi in acciaio (Caleppio di Settala, Milano)

Premio Artibici 2019

Nel corso del Premio Artibici 2019 è stato presentato anche l’accordo di collaborazione tra Confartigianato e Federciclismo, che punta a preparare meccanici sportivi, a creare nuovi itinerari cicloturistici e sviluppare occasioni di sviluppo per tutta la bike economy.

” >Le sinergie che stiamo attivando, anche in termini di formazione, spero possano essere di reciproca soddisfazione. – ha commentato Daniela Isetti, Vicepresidente vicaria di Federciclismo – Questo significa poter offrire qualcosa di qualità a tutto il nostro mondo, ma anche un diverso impulso a tutte le attività economiche che la bicicletta riesce a sviluppare. Abbiamo visto come esistano diverse situazioni legate alla mobilità alternativa, alla tutela dell’ambiente e di una nuova cultura in generale, legata anche alla sicurezza stradale. Sono tutti argomenti complementari alle attività che Confartigianato e la Federazione mettono in campo ogni giorno, sia sportive che economiche”.

Ospite d’eccezione di Artibici 2019 è stato il Commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo, Davide Cassani, uno dei ciclisti più apprezzati di sempre, che ha sottolineato il forte legame che esiste tra meccanici e atleti.

“Gli artigiani sono sempre stati il cuore e l’anima di questa disciplina, – ha aggiunto Luca Crosetto, presidente territoriale di Confartigianato Cuneo – figure professionali altamente specializzate, che permettono di proseguire in questo gemellaggio tra artigianato e sport, all’insegna del più verace Valore Artigiano”.