700 anni dalla morte

Oggi è il Dantedì e a Cuneo nasce il progetto "Amor mi mosse"

"Un programma culturale diffuso per valorizzare l’eredità del Sommo Poeta e le ricadute che la sua epoca ha avuto sulla nostra cultura e sulla nostra lingua"

Cultura Cuneo città, 25 Marzo 2021 ore 09:23

Ricorre oggi il 700esimo anniversario dalla morte di Dante Alighieri, il Sommo Poeta che con la sua più celeberrima opera ha segnato profondamente la storia di un'intera nazione. Nel giorno del Dantedì, in provincia di Cuneo, nasce il progetto "Amor Mi Mosse: Dante in cammino tra Cuneo e le Alpi".

IL PROGETTO "AMOR MI MOSSE":

(Fonte: "Amor Mi Mosse" - video di VDEA Video Produzioni)

In ricordo del Sommo Poeta

Oggi, giovedì 25 marzo 2021, è il Dantedì. Ricorre infatti il 700esimo anniversario dalla morte del Sommo Poeta Dante Alighieri, autore de "La Divina Commedia", un' opera che per secoli ha segnato la storia letteraria di tutta Italia e non solo. In onore di questa giornata, in provincia di Cuneo, è nato il progetto "Amor Mi Mosse: Dante in cammino tra Cuneo e le Alpi".

"In occasione di questa ricorrenza - si legge sul sito del progetto -, il territorio di Cuneo e delle sue valli montane propone un programma culturale diffuso per valorizzare l’eredità del Sommo Poeta e le ricadute che la sua epoca ha avuto sulla nostra cultura e sulla nostra lingua. Un viaggio nella storia, nell’arte e nella letteratura che dal locale arriva al mondo intero. Letture, dialoghi tra autori, visite guidate, conferenze, proiezioni, concerti, spettacoli, mostre, articoli, pubblicazioni, concorsi per le scuole e altro ancora: le iniziative si ispireranno all’opera letteraria del Poeta portando a Cuneo studiosi e autori di rilievo nel panorama italiano e valorizzando al contempo studi, ricerche, artisti e professionisti locali".

Un’occasione per valorizzare un territorio ampio e vario, il suo patrimonio storico, artistico e naturalistico, la sua cultura e la “lingua d’oc”, termine coniato da Dante stesso nel De vulgari eloquentia: "Amor mi mosse" si delinea come una cornice comune che fa da collettore di iniziative diverse proposte da vari enti partner, creando un’offerta culturale coordinata e diffusa sul territorio di Cuneo e delle sue valli montane.

PER SAPERNE DI PIU': CLICCA QUI

Il titolo "Amor mi mosse" è tratto dalla terzina 70-72 del secondo canto dell’Inferno: Beatrice, sapendo che Dante è tormentato e angosciato dal pensiero del cammino e sperduto nella selva oscura, scende nel limbo e chiede a Virgilio di correre in suo soccorso.

TI POTREBBE INTERESSARE: Dantedì: il 25 marzo l’Italia celebra Dante Alighieri. E c'è anche una app

Amor mi mosse è un progetto di Fondazione Opere Diocesane (Libreria Stella Maris, Sala Lanteri Cuneo, Museo Diocesano San Sebastiano) con La Guida con il coordinamento di Noau officina culturale in collaborazione con Fondazione ARTEA, Unione Montana Valle Grana, Unione Montana Valle Maira, Unione Montana dei Comuni del Monviso, Unione Montana Valle Stura, Unione Montana Valle Varaita, Museo Occitano - Espaci Occitan/Museo Mallé, Comune di Saluzzo, Diocesi Di Saluzzo, Archivio di Stato di Cuneo con Casa Museo Pizzo Greco, Rotary Club Cuneo 1925, Conitours Consorzio Operatori Turistici Cuneo Alps con il patrocinio di Comune di Cuneo, Diocesi di Cuneo, ATL Cuneese, Comune di Borgo San Dalmazzo, Unione Montana delle Alpi Marittime.