Cuneo da oggi meglio in autobus

Presentata la nuova rete del Trasporto Pubblico Locale, sarà un modello per tutta la Regione Piemonte.

Cuneo da oggi meglio in autobus
Cuneo città, 07 Febbraio 2019 ore 17:38

Si è tenuta in data 6 febbraio, nel Salone d’Onore del Municipio, la conferenza stampa di presentazione della nuova rete del Trasporto Pubblico Locale della Conurbazione di Cuneo, che entrerà in vigore a partire da lunedì 18 febbraio 2019.

Attraverso orari cadenzati, miglioramento della frequenza dei passaggi e ottimizzazione delle tratte, la riorganizzazione, predisposta dall’Agenzia della Mobilità Piemontese in collaborazione con il Comune di Cuneo e il Consorzio Granda Bus, permetterà di raggiungere velocemente qualsiasi zona dell’altipiano e migliorerà anche i collegamenti con le frazioni e i Comuni aderenti alla Conurbazione.

Cuneo: nuova rete di trasporto pubblico

il Sindaco di Cuneo Federico Borgna:

“Con questa riorganizzazione raccogliamo quella che è una delle sfide più importanti dei prossimi anni, far diventare il trasporto pubblico un servizio sempre più fruibile e quindi sempre più utilizzato dai cittadini”.

La nuova rete sarà basata su 11 linee, da e verso il centro cittadino. Ognuna avrà orari cadenzati, con partenze allo stesso minuto ogni ora. Sull’altipiano, ad esempio, tutte le linee toccheranno la Stazione Ferroviaria e Corso Nizza/Piazza Galimberti con passaggi ogni 15 minuti direzione Piazza d’Armi, San Rocco CastagnarettaBorgo San Dalmazzo.

Mentre il centro storico, salvo la navetta gratuita che partirà dalla fermata di fronte al Tribunale e percorrerà Via Savigliano, sarà ‘circumnavigato’ da mezzi che porteranno alla Stazione Ferroviaria ed al Movicentro con cadenza ogni 8 minuti.

Alla rete di base si affiancheranno poi una serie di corse scolastiche su percorsi dedicati per le località minori, un servizio a chiamata come rinforzo nelle situazioni in cui il servizio di linea è limitato alle ore di punta e un servizio festivo di base limitato alle frazioni e ai comuni più grandi.

Un modello per tutta la Regione

“La nuova rete ha una caratteristica fondamentale: le sue scelte si basano sulla qualità del servizio piuttosto che sulla quantità di mezzi circolanti e di chilometri percorsi. La smart-city si caratterizza proprio per l’utilizzo del parametro della qualità del servizio reso possibile dall’uso delle nuove tecnologie nella organizzazione e nella gestione delle tratte. Mobilità e rafforzamento della scelta di pedonalizzare via Roma si coordinano.

La connessione tra il Nord e il sud dell’altipiano, dopo essere stata assunta a criterio fondamentale delle politiche di riqualificazione urbana, sia con il Piano Periferie, che con Agenda Urbana, diviene politica del trasporto pubblico. Il rafforzamento qualitativo della rete porta poi un contributo fondamentale alle politiche ambientali. Tutto si collega, grazie all’azione di governance promossa dalla Agenzia della Mobilità Piemontese fra i diversi soggetti interessati e al Consorzio che riunisce le aziende private che gestiscono il servizio.

Gli investimenti operati nell’innovazione tecnologica ed organizzativa saranno un modello per tutta la Regione. Importante anche il ruolo di tutti i Sindaci della Conurbazione che hanno sempre ricordato che senza una smart-land nessun progetto di smart-city può avere successo”.

Questo il commento dell’Assessore ai Trasporti del Comune di Cuneo Mauro Mantelli.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità