Riscontri positivi dai familiari degli ospite delle strutture delle RSA in provincia di Cuneo

Il sondaggio è risultato largamente positivo.

Riscontri positivi dai familiari degli ospite delle strutture delle RSA in provincia di Cuneo
Cuneo città, 23 Maggio 2019 ore 14:44

Giudizio positivo del customer care

Buone notizie sul fronte del customer care per le RSA nella provincia di Cuneo di “Sereni Orizzonti”, il gruppo guidato da Massimo Blasoni e specializzato nella costruzione e gestione di residenze per anziani. Sono infatti largamente positivi i riscontri ottenuti dall’équipe di infermiere che dallo scorso marzo telefonano, uno per uno, ai familiari o amministratori di sostegno di tutti gli ospiti allo scopo di verificare il loro livello di soddisfazione e registrare eventuali criticità.

Il sistema adottato è rigoroso, nell’interesse stesso dell’azienda: un programma interno di help desk registra ogni singola telefonata (ticket) e classifica la risposta ottenuta per codice verde (nessun problema), giallo o rosso. L’eventuale lamentela viene inoltrata al responsabile regionale e al dirigente d’area che si attivano per affrontare e risolvere il problema entro 3 giorni (codice rosso) o 7 giorni (codice giallo). Trascorsa una settimana dalla segnalazione, il famigliare o amministratore di sostegno dell’ospite viene ricontattato per verificare l’avvenuta risoluzione del caso.

“Sereni Orizzonti” in provincia di Cuneo

Per quanto riguarda la situazione nella provincia di Cuneo, nel periodo 20 marzo–10 maggio sono stati raggiunti i familiari di 188 ospiti sui 226 posti letto (83,2% del totale) nelle quattro RSA di “Sereni Orizzonti” a Bra (“Montepulciano”), Dogliani (“Sacra Famiglia”), Lequio Tanaro (“Don Comino”) e Manta (“Maero”).

Al termine di questa prima rilevazione sono stati registrati 170 codici verdi (90,4%), 5 codici gialli (2,7%) e 2 codici rossi (1,1%). Altri 11 familiari o amministratori di sostegno (5,8%) non hanno invece voluto rilasciare dichiarazioni. Va precisato che tra i codici verdi compaiono 11 segnalazioni (5,8%) di quanti si dichiarano soddisfatti del servizio erogato ma al tempo stesso avanzano suggerimenti per un suo miglioramento. I due codici rossi concernevano la qualità dell’assistenza, dei servizi mensa e lavanderia; quelli gialli invece la qualità dell’assistenza e del servizio mensa. In un paio di settimane sono stati tutti verificati e risolti.

“Possiamo dirci soddisfatti di questi primi risultati ma non intendiamo certo dormire sugli allori» commenta Valentino Bortolussi, amministratore delegato di “Sereni Orizzonti”. «Ogni singola osservazione o critica è per noi preziosa perché riguarda una persona affidata alle nostre cure e non può non spronarci a migliorare ulteriormente la qualità del nostro servizio”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità