verso il mare

Pedaggi gratuiti su 150 km di autostrade liguri

Previsto traffico intenso per il fine settimana.

Pedaggi gratuiti su 150 km di autostrade liguri
Saluzzo e pianura, 04 Luglio 2020 ore 09:02

Pedaggio gratis

Con un comunicato ufficiale Aspi ha confermato che finché permarranno le condizioni che hanno portato allo svilupparsi di ingorghi e code (fino anche a  7 km) – dovuti alle ispezioni e ai lavori di manutenzione delle gallerie, per ottemperare a quanto prescritto dal Ministero dei Trasporti – da sabato 4 luglio l’esenzione del pedaggi sarà estesa alle “zone calde” della autostrade, che concentrano quello che assomiglia, a tratti, a un vero e proprio girone dantesco nell’immediato ponente del capoluogo Genova.

Le “zone calde” delle autostrade liguri

Esenti dal pedaggio, e quindi identificati da Aspi come i più “pericolosi” per gli automobilisti che si mettono in viaggio ci sono il tratto tra A12 e A7 da Lavagna a Genova Ovest a Vignole Borbera; il tratto A10 da Varazze a Genova Aereoporto e il tratto della A26 che da Ovada si riallaccia alla A10. Ieri, A7 e A26, nei tratti interessati, sono sono state protagoniste della giornata di passione per la viabilità ligure. Continue strozzature, rallentamenti e disagi hanno reso il viaggio verso Genova e la Liguri un inferno.

Alcune gallerie riaprono

Aspi ha anche annunciato che  da oggi, sabato 4 luglio,  apriranno numerose gallerie in precedenza chiuse per ispezioni e manutenzioni del concessionario del Ministero. Tuttavia Autostrade per l’Italia ha messo subito le mani avanti, specificando che gli effetti delle riaperture non sarebbero subito percepibili: per rispettare le scadenze del ministero, infatti, saranno preparati nuovi bypass.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità