Collega perde il controllo del braccio meccanico, operaio di 33 anni muore sul lavoro a Cervasca

Andrea Barale lavorava alla Merlo. Lascia la moglie e due figli.

Collega perde il controllo del braccio meccanico, operaio di 33 anni muore sul lavoro a Cervasca
Cronaca Cuneo città, 19 Ottobre 2019 ore 10:14

Un altro morto sul lavoro a San Defedente di Cervasca in provincia di Cuneo.

Nel settore verifiche

Andrea Barale, 33 anni, operaio della Merlo, una delle aziende leader nel settore di sollevatori telescopici alle 11 di ieri venerdi 18 ottobre 2019, è stato colpito per cause imprecisate da un apparecchio che stava collaudando. Barale era impegnato con un collega nelle operazioni di rito che accompagnano i collaudi nell'omonimo settore. Il collega ha perso il controllo di un braccio meccanico, che ha colpito in pieno il 33enne.

Il collega in stato di choc

L'allarme nel reparto collaudi-verifiche è scattato immediatamente e sul posto sono intervenuti i sanitari del 118. Trasferito in ambulanza al Pronto Soccorso dell'Ospedale Santa Croce di Cuneo non è sopravvissuto al trauma riporato. Le indagini sono condotte dai Carabinieri e dai tecnici dello Spresal. Il collega che era con lo sfortunato operaio è stato portato anche lui in Ospedale, in stato  di choc.

Lavorava in azienda dall'età di 16 anni

Andrea era sposato e padre di due figli. Risiedeva nella frazione di Madonna del Bosco di Boves. Il titolare dell'azienda Amilcare Merlo, si è subito recato al Pronto Soccorso per incontrare i famigliari.  L'operaio che lavorara alla Merlo dall'età di 16 anni, oltre a moglie e figli, lascia i genitori e un fratello.

Chiusura per lutto

La Merlo ha comunicato che nel pomeriggo di oggi venerdì 18 ottobre 2019 l'azienda è rimasta chiusa per lutto.