Cronaca
Svolta nelle indagini

Omicidio Nada Cella, trovate tracce di sangue sul motorino della Cecere

Rinvenute sul mezzo usato dall'ex insegnante 53enne, oggi residente nel cuneese, e indagata per il delitto.

Omicidio Nada Cella, trovate tracce di sangue sul motorino della Cecere
Cronaca Cuneo città, 15 Novembre 2021 ore 15:59

Possibile svolta nell'omicidio di Nada Cella, la giovane segretaria massacrata nel 1996 nello studio del commercialista dove lavorava a Chiavari. Sul motorino di Annalucia Cecere, ex insegnante di Boves, residente a Mellana (Cuneo), indagata nel caso, sono state trovate tracce di sangue.

Omicidio Nada Cella, trovate tracce di sangue sul motorino della Cecere

Come riporta Ansa Liguria, racconta Prima Il Levante, gli investigatori hanno trovato tracce di sangue sul motorino usato 25 anni fa da Annalucia Cecere, l'ex insegnante 53enne, residente a Mellana (Cuneo), indagata per il delitto di Nada Cella, segretaria morta il 6 maggio 1996 a Chiavari.

Le tracce dovranno però ora essere sottoposte a nuovi accertamenti per capire a chi appartengano. Per questo nei prossimi giorni gli investigatori della scientifica dovranno eseguire alcune analisi irripetibili per estrarre il Dna. Lo scooter è stato sequestrato nelle scorse settimane alla Cecere che lo teneva in un box a Boves, dove vive.

Alcuni testimoni avrebbero visto Cecere la mattina del delitto, il 6 maggio 1996, mentre sporca di sangue saliva sul suo motorino nei pressi dello studio del commercialista Marco Soracco, dove la vittima lavorava e dove è stata trovata agonizzante. Soracco e sua madre sono indagati per false dichiarazioni al pm per avere mentito sui reali rapporti tra il professionista e l'ex insegnante.

L'indagata minaccia la criminologa

Tra il materiale al vaglio della procura nell'ambito della inchiesta sulla morte di Nadia Cella ci sono anche degli audio mandati via WhatsApp da Annalucia Cecere, l'ex insegnante di Boves indagata per l'omicidio della segretaria, alla criminologa Antonella Pesce Delfino che aveva iniziato a studiare il vecchio fascicolo dell'omicidio e che ha fatto riaprire il caso quest'anno.

LEGGI ANCHE: