‘Ndrangheta, arrestato l’assessore regionale Roberto Rosso

Tra i reati contestati anche il reato di scambio elettorale politico-mafioso.

‘Ndrangheta, arrestato l’assessore regionale Roberto Rosso
Cuneo città, 20 Dicembre 2019 ore 14:20

‘Ndrangheta, arrestato l’assessore regionale Roberto Rosso. Si tratta di un’operazione condotta dal  Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Torino.

‘Ndrangheta, arrestato  Roberto Rosso

Dalle prime luci dell’alba di oggi, militari appartenenti al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Torino stanno eseguendo otto  ordinanze di custodia cautelare in carcere, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia torinese, nonché sequestri di beni sul territorio nazionale, nei confronti di soggetti legati alla ‘ndrangheta radicati nel territorio di Carmagnola ed operanti a Torino. Tra gli arrestati, anche l’assessore regionale Roberto Rosso, originario di Trino Vercellese,  con deleghe a rapporti con il Consiglio regionale, Delegificazione e semplificazione dei percorsi amministrativi, Affari legali e Contenzioso, Emigrazione, Diritti civili.

Voto di scambio

Tra le condotte illecite, oltre all’associazione per delinquere di stampo mafioso e reati fiscali per 16 milioni di euro, è stato contestato anche il reato di scambio elettorale politico-mafioso. Stando alle accuse, Rosso si sarebbe rivolto alle cosche per ottenere più voti alle ultime regionali.

Le prime indiscrezioni

In attesa della Conferenza Stampa con la nuova procuratrice di Torino Anna Maria Loreto, iniziano a trapelare le prime indiscrezioni. In manette sarebbe finito anche Mario Burlò, 46 anni, di Moncalieri, fondatore del consorzio di imprese OJ Solution di Torino.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità