A Frabosa Soprana

Lupi, attenti a scorrazzare per le strade o potreste fare una tragica fine

Nel frattempo, sul web sta diventando virale il video di un automobilista che si filma mentre, a 50 km/h, insegue un branco di lupi che non trova via di scampo.

Lupi, attenti a scorrazzare per le strade o potreste fare una tragica fine
Cronaca Mondovi, 09 Gennaio 2021 ore 11:34

E’ stato ritrovato sul ciglio della strada in località Botteri a Frabosa Soprana, nel Cuneese. L’esemplare di lupo era privo di vita, probabilmente vittima dell’impatto con un’autovettura. Evidenti le tracce di sangue lasciate sulla neve fresca. Quest’ultimo ritrovamento in provincia di Cuneo sottolinea come la libera proliferazione di questi animali selvatici sia un rischio, non solo per l’uomo, ma anche per i lupi stessi che, molto spesso, rischiano di fare una tragica fine.

Lupi, attenti a scorrazzare per le strade o potreste fare una tragica fine

La forte immagine del lupo ritrovato senza vita a Frabosa Soprana

Il ritrovamento della cadavere del lupo è avvenuto il 7 gennaio 2021. A Frabosa Soprana, in località Botteri, la carcassa dell’animale è stata rinvenuta sul ciglio della strada tra la neve. Evidenti le tracce di sangue che hanno fatto ipotizzare ad un violento scontro avvenuto con un’automobile che, molto probabilmente, sopraggiungeva lungo il tratto stradale.

Questo ennesimo caso di ritrovamento va a sottolineare come il problema della proliferazione incontrollata di animali selvatici rappresenti un forte rischio sia per l’uomo, il quale può incappare in drammatici incidenti, sia per i lupi stessi che, com’è accaduto per l’esemplare di Frabosa Soprana, possono pagare cara la pelle.

Il video dell’automobilista che insegue in auto branco di lupi

PER VEDERE IL VIDEO DELL’INSEGUIMENTO: CLICCA QUI

Nel frattempo, sta diventando virale sulla rete, il video di un automobilista che, a 50 chilometri all’ora in una strada di montagna, si filma mentre sta inseguendo un branco di lupi che non poteva rientrare nel bosco a causa della neve ai lati della carreggiata. L’episodio è accaduto al Passo Tre Croci, in provincia di Belluno (Veneto). Queste le parole con le quali ha voluto commentare la sua impresa:

“Eccoci qua, passo Tre Croci verso Auronzo – si sente nel video – Beccati in pieno. Il lupo non c’è? E questo cos’è? E siamo a 50 all’ora. C’è chi dice che è uno sciacallo. No questo video prova che ci sono i lupi in valle. Questi sono i classici lupi italiani. Adesso li scanno, voglio vedere. Impressionante, non cedono di mezza virgola, stanno correndo come bestie”.

Subito, come detto, il video è “rimbalzato sulle principali piattaforme social, per poi finire sul canale YouTube del gruppo che fa riferimento al gruppo Centopercentoanimalsti nato come associazione no profit nel 2003 e che ora, invece, è un movimento con sito web a cui può far parte solo chi è vegano o vegetariano.

“Passo Tre Croci nei pressi di Auronzo, un automobilista senza scrupoli si diverte a terrorizzare dei poveri Lupi correndogli dietro con l’auto fino allo sfinimento dei poveri animali, che per fortuna riescono a mettersi al riparo. Un’altra vergogna che non può essere ignorata!”.

LEGGI ANCHE: Incidenti stradali: meno vittime nel 2020, complice anche la situazione di lockdown

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità