“Le sfide della gestione delle risorse idriche” domani convegno Uncem a Saluzzo

Tre i temi al centro del convegno, ecco quali.

“Le sfide della gestione delle risorse idriche” domani convegno Uncem a Saluzzo
Saluzzo e pianura, 01 Settembre 2019 ore 09:01

“Le sfide della gestione delle risorse idriche” è il titolo del convegno che Uncem organizza nella mattinata di lunedi 2 settembre, dalle ore 9,30 nello spazio convegni della Mostra della Meccanica agricola di Saluzzo, al Foro Boario.

“Le sfide della gestione delle risorse idriche”

Da molti anni, Comune di Saluzzo e Uncem hanno stretto un patto per portare alla Mostra e in altre occasioni espositive e convegnistiche, incontri e approfondimenti relativi ai territori montani e a come questi stanno in dialogo con le aree urbane, con i fondovalle, come si genera coesione tra capoluoghi alpini, centri di servizi e opportunità, con le vallate. L’acqua è il tema dell’edizione 2019 del convegno alla Mostra promossa dalla Fondazione Bertoni.

Gli ospiti

Lunedì mattina interverranno Mauro Calderoni, Sindaco di Saluzzo, Claudio Boglio, Vicepresidente Fondazione Bertoni, Lido Riba, Presidente Uncem Piemonte, Alberto Doretto, Università del Piemonte Orientale e animatore del Centro per lo Studio dei Fiumi Alpini di Ostana, Franco Parola, Dirigente Coldiretti, Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem.

I temi che verranno affrontati

Tre i temi al centro del convegno. Il primo riguarda lo stato dei lavoro del Centro per lo Studio dei Fiumi Alpini inaugurato a Ostana nei mesi scorsi all’interno e grazie al progetto Interreg Alcotra Piter Terres Monviso. Sono partite una serie di iniziative che toccano il territorio e vanno anche oltre i confini, con scambi di progettualità internazionali. Un percorso del tutto nuovo per approfondire aspetti fisici, biologici, naturali, antropici legati al Po e al reticolo idrografico delle valli saluzzesi. Il Centro è tra i più avanzati nel mondo e porterà nel Saluzzese migliaia di operatori, docenti universitari, studenti, ricercatori.

Secondo fronte, quello da sempre caro a Uncem cioè relativo alla pianificazione e all’uso migliore delle risorse idriche; sono partiti dal Ministero delle Infrastrutture una serie di finanziamenti per invasi in quota e il modello di Serra degli Ulivi, nel Monregalese è tra i più virtuosi in Italia, proposto da Uncem come best practice. Focus ovviamente sull’acqua per l’agricoltura.

Terzo grande tema, quello relativo al futuro dell’idroelettrico, dei grandi impianti, delle nuove strutture, delle micro e mini centrali alla luce del nuovo decreto incentivi Fer 1, della regionalizzazione delle gare per le concessioni, del pompaggio che vede nel Cuneese alcuni tra i più grandi impianti d’Europa.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità