Le mele di Cuneo famose per il colore rosso brillante della buccia

Questo frutto sviluppa caratteristiche uniche legate alle peculiarità climatiche dei territori delle province di Cuneo e Torino dove è coltivata, una vera eccellenza della tradizione piemontese.

Le mele di Cuneo famose per il colore rosso brillante della buccia
Cuneo città, 26 Febbraio 2019 ore 11:45

La Mela Rossa Cuneo, prodotta dal Pinerolese al Saluzzese alle valli del Cuneese fino al Monregalese, deve il suo successo al fatto che i terreni in cui viene coltivata, essendo dotati di una buona sostanza organica, conferiscono ai frutti una particolare armonia tra dolcezza e acidità.

La denominazione Mela Rossa di Cuneo

La Mela Rossa di Cuneo, per l’eccellenza delle sue caratteristiche gustative ed olfattive, ha meritato l’attribuzione della IGP con Reg. UE n. 223 del 06.03.13. Questo frutto sviluppa caratteristiche uniche legate alle peculiarità climatiche dei territori delle province di Cuneo e Torino dove è coltivata.  Il cuneese è un territorio particolarmente vocato alla frutticoltura, in particolare del melo.

La Mela Rossa di Cuneo IGP, nota ed apprezzata per la sovracolorazione della buccia rossa che presenta differenti sfumature a seconda della tipologia. La Red Delicious è lievemente meno dolce delle altre e sfoggia un bel colore rosso vinoso sul 90% della buccia.  La Gala è, invece, caratterizzata da un rosso più sfumato e brillante, la polpaè soda e succosa. La Fuji è croccante e di tessitura fina, di un bel colore rosso chiaro esteso su circa il 60% del frutto e una forma più schiacciata lateralmente. La Braeburn, infine, si distingue per la colorazione striata che arriva fino al rosso-arancio e la polpa ben consistente.

La produzione

Le mele di Cuneo vengono prodotte tra la provincia di Cuneo e quella di Torino tra i 280 e i 650 metri di altitudine in una zona caratterizzata da ampie escursioni termiche che contribuiscono allo sviluppo di caratteristiche di qualità grazie alla formazione della rugiada nelle ore più fredde della notte che garantisce un ideale umettamento della buccia, per poi asciugarsi nel corso della giornata. Le frequenti brezze, infine, consentono di accentuare gli effetti benefici di tali fattori.

Tutte le operazioni di cernita, calibratura, trattamento, conservazione dei frutti devono avvenire nella zona di produzione.

Frutto presente tutto l’anno

La disponibilità sul mercato inizia con la raccolta di Gala nella seconda metà di agosto e si protrae fino alla primavera inoltrata con le varietà a maturazione tardiva; le ultime ad essere raccolte sono le fuji, intorno a fine ottobre, le mele poi si conservano agevolmente in celle refrigerate.

In cucina

La Mela Rossa Cuneo IGP si conserva in luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di calore o luce diretta. Se riposta in frigorifero, si consiglia di riportarla a temperatura ambiente. La Mela Rossa Cuneo IGP viene impiegata come ingrediente di numerose ricette della gastronomia locale, sia dolce che salata.

Si abbina, ad esempio, alla perfezione con radicchio e patate oppure al riso per la realizzazione di primi specialmente assieme a zafferano e pancetta. E’ perfetta anche per guarnire ed insaporire delicatamente secondi di carne come l’arrosto di maiale o le polpette di vitello, magari in abbinamento al Barolo.

LEGGI ANCHE:

Riso, mele, zafferano e parmigiano

riso-mele-zafferano
riso mele zafferano e farmigiano

Ingredienti:
380 gr riso
2 mele 
Fuji 
80 gr parmigiano grattugiato
1 bustina di zafferano in polvere o pistilli di zafferano
1 scalogno o mezza cipolla
30 gr burro + una noce per la mantecatura
brodo vegetale
sale

Procedimento:
Lavate bene le mele Fuji tagliatele a spicchi e togliete il torsolo. Sbucciatene una e l’altra tenetela con la buccia e poi tagliatele a dadini. Mettete in una pentola dai bordi alti il burro e lo scalogno tritato finemente, fate insaporire qualche secondo e mettete a cuocere le mele Fuji

Unite il riso e fatelo tostare a fuoco alto per qualche secondo poi quando sarà diventato trasparente sfumate con il brodo vegetale. Abbassate il fuoco, unite lo zafferano in polvere e un pizzico di sale e fate cuocere per 15 minuti circa continuando ad aggiungere brodo vegetale ogni volta che il riso risulterà asciutto. Quando il riso sarà cotto unite il parmigiano grattugiato e la noce di burro e mantecate bene il riso. Mettete il riso nei piatti e servite sempre caldo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità