Cronaca
In via Cavour

Il branco accerchia il Suv e si scatena il putiferio: il video della maxi rissa in centro a Bra

I fatti si sono verificati nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 settembre 2021: le immagini sono state ricondivise su Twitter da Guido Crosetto, cofondatore di Fratelli d'Italia.

Cronaca Bra e Roero, 27 Settembre 2021 ore 09:14

"Non è Caracas ma il centro di Bra, cittadina della provincia di Cuneo". Comincia così il suo post di denuncia Guido Crosetto, cofondatore di Fratelli d'Italia, primo a pubblicare sui social il video della maxi rissa che si è scatenata in via Cavour nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 settembre 2021: un folto gruppo di giovani ha accerchiato un Suv nero iniziando a danneggiarlo con veemenza, dopodiché si è scagliato contro i suoi passeggeri, dando il via ad uno scenario da far west. Un vero e proprio tutti contro tutti.

IL VIDEO:

Maxi rissa in centro a Bra

Immagini forti quelle che hanno fatto il giro del Web nel corso di quest'ultimo weekend. Dall'alto del balcone di un'abitazione in via Cavour, uno dei residenti ha ripreso con cellulare la maxi rissa che si è scatenata in pieno centro a Bra (Cuneo) nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 settembre 2021. Uno scenario da far west che ha avuto come punto d'origine l'accerchiamento di un Suv nero da parte di una decina di giovani ragazzi.

Il branco, ancora non si sa per quale ragione, ha cominciato a colpire l'autovettura con calci e pugni, dopodiché si è scagliato con forza contro i passeggeri del mezzo. Nel filmato si vede proprio come il guidatore venga trascinato di peso fuori dal Suv. A quel punto è partito un vero e proprio tutti contro tutti. Fortunatamente, prima che le cose potessero degenerare in peggio, molto probabilmente a causa dell'arrivo delle forze dell'ordine, tutti i partecipanti alla maxi rissa si sono dileguati nel nulla.

"Non è Caracas, ma il centro di Bra"

Il video della maxi rissa scoppiata in centro a Bra è stato un argomento di dibattito nelle ultime ore. Ad accendere la miccia era stato Guido Crosetto, cofondatore di Fratelli d'Italia, il quale, sul suo profilo Twitter, aveva condiviso per primo le immagini delle botte da orbi che si erano verificate in via Cavour.

"Non è Caracas ma il centro di Bra, cittadina della provincia di Cuneo - twitta Crosetto -. La tolleranza si ferma nel punto in cui il comportamento di alcuni impedisce alle altre persone di avere una vita normale, senza paura di dover uscire di casa. Chi usa violenza va punito severamente".

"Episodi da affrontare con fermezza"

Sui fatti di via Cavour è intervenuto infine il sindaco di Bra, Gianni Fogliato:

"Senza sottovalutare nulla, credo che la vera Bra non sia questa, quanto piuttosto quella che dimostra solidarietà, accoglienza e rispetto delle regole . Questi episodi vanno certamente affrontati con estrema fermezza, e ringrazio le forze dell'ordine per la tempestività dell'intervento. Per noi la sicurezza dei cittadini è al primo posto ed è argomento di grandissimo lavoro da parte di tutti. Nell'ultima variazione di bilancio destiniamo del denaro per l'acquisto e l'installazione di un certo numero di telecamere e di due nuovi mezzi per la Municipale: continueremo, sempre più, a intensificare la nostra azione sul tema sicurezza".