COME FUNZIONA

I cittadini possono fare privatamente il test sierologico? Le direttive del Piemonte

E' consentito l’utilizzo del test sierologico per le immunoglobuline specifiche per il Covid-19 anche ai privati cittadini, presso i laboratori di analisi cliniche privati, per i soli esami che il Ministero della Salute considera attendibili

I cittadini possono fare privatamente il test sierologico? Le direttive del Piemonte
Cuneo città, 06 Maggio 2020 ore 10:48

Regione Piemonte, attraverso un comunicato ufficiale, chiarisce la posizione sui test sierologici anche per i privati cittadini e diffonde chiarimenti sulle mascherine.

Indicazioni sui test sierologici per i cittadini

L’Assessorato regionale alla Sanità precisa che “è consentito l’utilizzo del test sierologico per le immunoglobuline specifiche per il Covid-19 anche ai privati cittadini, presso i laboratori di analisi cliniche privati, per i soli esami che il Ministero della Salute considera attendibili nel loro esito epidemiologico”, e aggiunge che “le Commissioni di Vigilanza delle Asl sono a disposizione per fornire ai laboratori privati le indicazioni circa l’attendibilità e la specificità dei test”. Nella stessa nota viene citato l’ultimo pronunciamento del Ministero della Salute che non considera i test sierologici come test in grado di produrre una diagnosi.

LEGGI ANCHE: Piemonte, la nuova ordinanza valida dal 4 maggio al 17 maggio: le disposizioni

Chiarimenti sulle mascherine

La Regione Piemonte specifica che l’appalto per la realizzazione di 5 milioni di mascherine lavabili da distribuire gratuitamente a tutti i piemontesi è stato affidato, attraverso bando di gara svolto da SCR, a tre aziende piemontesi. Casalinda e Pratrivero si avvalgono della propria filiera di produzione, che include partner fuori dal territorio piemontese ma comunque italiani, mentre il Gruppo Miroglio si avvale del proprio stabilimento produttivo in Marocco per una piccola parte della produzione destinata al Piemonte (350.000 su 2 milioni), e stabilimento e produzione sono certificati e conformi al dl “CuraItalia”, articolo 16 comma 2, come indicato nel bando di gara.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei