Cronaca
Tragedia in alta montagna

Escursionista 65enne trovato senza vita nel vallone sotto la cima di Nasta

Il corpo di Carlo Vivenza, commerciante ambulante di Caraglio, è stato rinvenuto nel corso della mattinata di oggi, venerdì 6 agosto 2021.

Escursionista 65enne trovato senza vita nel vallone sotto la cima di Nasta
Cronaca Montagna e valli, 06 Agosto 2021 ore 11:48

Una vera e propria tragedia avvenuta in alta montagna nel corso della mattinata di oggi, venerdì 6 agosto 2021. L'escursionista 65enne, Carlo Vivenza, commerciante ambulante di Caraglio, è stato trovato senza vita nel vallone di Assedras, tra Valdieri ed Entracque, sotto la cima di Nasta (3108 metri di quota).

IL LUOGO DEL RITROVAMENTO:

Escursionista 65enne disperso sulla cima di Nasta

Come segnalato dal soccorso alpino e speleologico piemontese, intorno alle 21 di ieri, giovedì 5 agosto 2021, è giunta la denuncia di mancato rientro per un escursionista diretto alla Cima di Nasta. Carlo Vivenza, 65enne commerciante ambulante di Caraglio, era partito nel corso della mattinata per raggiungere la vetta cuneese a 3108 metri.

Da quel momento in poi, purtroppo, non si erano più avute sue tracce. I familiari hanno lanciato l'allarme alle 20: immediatamente sono intervenuti i tecnici e unità medica del Soccorso alpino di Cuneo, insieme a vigili del fuoco, finanzieri del Sagf, unità cinofile e anche i parenti dell’uomo. L'auto del 65enne di Caraglio è stata ritrovata alle 22 al Pian della Casa del Re, con le squadre che sono quindi partite a piedi per la ricerca.

Alle 2.30 del mattino con il personale del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza è stata raggiunta la cima e ritrovata la firma del disperso sul libro di vetta. In discesa le squadre hanno battuto i vari percorsi di accesso senza esito.

Trovato senza vita nel vallone sotto la cima

Questa mattina, venerdì 6 agosto 2021, l'elicottero dei Vigili del Fuoco è riuscito ad effettuare il ritrovamento della salma in un canalone appena sotto la cima. Per il recupero è stata inviata l'eliambulanza dell'Emergenza Sanitaria Piemontese con il medico a bordo per la constatazione del decesso. Sono intervenuti il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri. Secondo le prime ricostruzioni da parte delle squadre di recupero, Carlo Vivenza avrebbe perso la vita a causa di una caduta sulle rocce.

Il 65enne di Caraglio era un grande appassionato di montagna e amava condividere tutte le sue escursioni sul suo profilo Facebook: la scorsa settimana aveva raggiunto in un solo giorno le Punte Udine e Venezia attorno al Monviso. Lascia la moglie Anna, le figlie Alice, Letizia e Giulia.