Cronaca

Doppio intervento a cuore fermo su donna incinta

Una donna in dolce attesa è stata sottoposta a taglio cesareo e contemporaneamente ad un delicato intervento ai polmoni.

Doppio intervento a cuore fermo su donna incinta
Cronaca 16 Aprile 2019 ore 15:43

Una donna in dolce attesa è stata sottoposta a taglio cesareo e contemporaneamente è stata sottoposta ad un delicato intervento ai polmoni, eseguito a cuore fermo. L'articolo è stato pubblicato dai colleghi de giornaledialessandria.it

Intervento a cuore fermo

Tutto ha avuto inizio pochi giorni fa, quando la giovane donna, alla 34º settimana di gravidanza, si è presentata presso il pronto soccorso dell'ospedale di Alessandria, in seguito ad una sincope, ovvero in una delle arterie polmonari si erano formati diversi coaguli. La diagnosi immediata è stata quella di una "massiva tromboembolia polmonare", mettendo di fatto a repentaglio la vita della donna.

Il primario di Ostetricia, Nicola Strobelt, e il collega di Cardiochirurgia, Andrea Audo, sono i due specialisti protagonisti del delicato intervento con l’assistenza di Fabrizio Racca, direttore dell’Anestesia e Rianimazione dell’Azienda ospedaliera.

Il cuore è stato fermato mentre Andrea Audo ha rimosso i trombi che si erano formati nell’arteria polmonare, delle dimensioni superiori ai 7 centimetri, per consentire così al sangue di tornare a circolare liberamente.

Il parto cesario

Contemporaneamente, il dott. Strobelt, onde evitare una sofferenza fetale, ha sottoposto la donna a parto cesareo con successo. La neonata è stata subito affidata al dottor Diego Gazzolone trasferita nella Terapia intensiva neonatale dell’ospedale Infantile, della quale è responsabile. È attualmente ricoverata in buone condizioni di salute.

La neomamma è stata staccata dalla macchina della circolazione extracorporea, permettendo al cuore di ritornare a battere spontaneamente. Rimossi i coagulo, il sangue ha ricominciato a defluire fluidamente e in modo naturale. La paziente è stata poi trasferita in Terapia intensiva, dove si trova tuttora, in condizioni cliniche stabili. Tra qualche giorno potrebbe essere dimessa, potendo così finalmente abbracciare la figlia.

 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO QUI