Bimbo cade in una condotta di aerazione profonda cinque metri

La mamma si lancia per recuperarlo. E' successo pochi minuti fa in frazione Borgo Gesso di Cuneo.

Bimbo cade in una condotta di aerazione profonda cinque metri
Cuneo città, 24 Giugno 2019 ore 17:23

Un bambino di 2 anni e mezzo è caduto in una condotta di aerazione profonda 5 metri , il terribile episodio è avvenuto quest’oggi, lunedì 24 giugno 2019, subito dopo pranzo.

AGGIORNAMENTI

Inizialmente sembrava che il bambino fosse precipitato in un pozzo, ma da informazioni più dettagliate si è capito che si trattava di una condotta di aerazione.  Il bambino stava giocando con il fratellino più grande, sei anni, quando è finito nel buco: la grata in ferro che era alzata. I vigili del fuoco del Saf non potendo calarsi nello stesso cunicolo sono passatati da una grata laterale distanza circa 30 metri raggiungendo così i sotterranei dove hanno potuto salvare il bambino e la mamma.

La mamma si lancia per recuperare il figlio caduto nel pozzo

La mamma si è lanciata per soccorrerlo e anche lei è rimasta bloccata. Immediati i soccorsi da parte dei vigili del fuoco di Cuneo, intervenuti con la base operativa del capoluogo insieme a una squadra del alpino fluviale. Mamma e bimbo sono stati recuperati grazie all’ausilio di corde.

Madre e figlio trasportati in ospedale

Entrambi apparentemente in condizioni di salute non critiche. Il bambino è stato trasportato in elisoccorso all’ospedale Regina Marghertita di Torino, mentre la mamma è stata portata al Santa Croce di Cuneo. Sul posto anche i carabinieri della compagnia di Cuneo.

Le urla del bambino

Sono state le sue urla del bambino ad attirare le attenzioni della madre, si è così lanciata a sua volta per aiutare il figlio, ma non è riuscita ad uscire rimanendo incastrata,  sono così scattati i soccorsi per recuperare entrambi con l’ausilio di corde.

 

LEGGI ANCHE:  Bimbo di 4 anni in ospedale con un forchettone in una coscia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità