Bambino morì investito da un’auto, assolta la madre accusata di mancata sorveglianza

La donna non avrebbe potuto evitare l'investimento perchè il piccolo attraversò la strada con azione fulminea.

Bambino morì investito da un’auto, assolta la madre accusata di mancata sorveglianza
Cronaca Bra e Roero, 17 Ottobre 2019 ore 09:40

Suo figlio morì investito da un’auto, assolta la mamma dall’accusa di non averlo sorvegliato correttamente.

I fatti il 25 maggio 2018

Era il 25 maggio 2018, a Cavallermaggiore, quando lo sfortunato bambino sceso dallo scuolabus attraversò all’improvviso la strada. Sbucando davanti al mezzo che impediva la visuale all’automobilista. Inevitabile l’investimento. A nulla era servito il trasporto con elicottero all’Ospedale Regina Margherita dove spirò. La sentenza dei giudici, di cui è stata depositata la motivazione nei giorni scorsi, riguarda l’imputazione di omicidio stradale per l’uomo alla guida dell’auto che investì il bambino. Assolto perché l’attraversamento improvviso della strada da parte del bambino non era prevedibile. Pur avendo superato il limite di velocità in quel tratto di strada il guidatore non sarebbe riuscito ad evitare l’impatto, visto il fulmineo attraversamento da parte del piccolo.

L’accusa alla madre

Imputata per omicidio colposo era anche la madre del piccolo, accusata di non aver vigilato a sufficienza sul figlio mentre attraversava la strada. Il comportamento del piccolo, che è corso verso casa in modo molto rapido e improvviso, non poteva essere controllato dalla donna. La visione dei filmati delle videocamere hanno dimostrato come la donna, nella fase di inizio dell’attraversamento della sede stradale, vede sfuggire il bambino, in maniera tanto veloce da non poter far nulla per fermarlo. E il giudice l’ha assolta.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli