Allasia: Grave l’accusa di voto di scambio politico-mafioso a Bra

L'inchiesta giudiziaria ha portato all’arresto di dodici appartenenti alla 'ndrangheta

Allasia: Grave l’accusa di voto di scambio politico-mafioso a Bra
Bra e Roero, 03 Luglio 2020 ore 16:42

Allasia: “Grave l’accusa di voto di scambio politico-mafioso a Bra”.

Allasia: Grave l’accusa di voto di scambio politico-mafioso

“Fare quanto prima piena luce sull’inchiesta giudiziaria che ha portato nel territorio del cuneese all’arresto di dodici appartenenti alla ‘ndrangheta e che vede il coinvolgimento della politica braidese”. Lo chiede con una nota Stefano Allasia, presidente del Consiglio Regionale del Piemonte.

Le intercettazioni

“Il fatto che Massimo Borrelli, un ex-assessore che si è appena dimesso, del Comune di Bra in quota PD sia indagato con l’accusa di voto di scambio politico-mafioso – prosegue Allasia –  lo ritengo un fatto grave, come anche da indiscrezioni stampa, del possibile coinvolgimento nell’inchiesta dell’ex assessore della Giunta Bresso Bruna Sibille. Delle intercettazioni infatti, il boss Salvatore Luppino si vanterebbe di aver portato pacchetti di voti al Partito Democratico alle ultime elezioni Regionali. Auspico che la magistratura accerti velocemente eventuali responsabilità, in modo da chiarire rapidamente una vicenda dai contorni torbidi. Davanti a fatti del genere non ci possono essere ambiguità”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità