Menu
Cerca
A Trinità

Agricoltore 71enne perde la vita incornato da un toro

Giacomo Curti, detto Lino, stava riportando il bestiame in stalla quando l'animale lo ha caricato.

Agricoltore 71enne perde la vita incornato da un toro
Cronaca Saluzzo e pianura, 19 Aprile 2021 ore 09:15

Stava riportando il bestiame in stalla come faceva sempre da quando aveva ereditato l’azienda agricola di famiglia, quando un toro imbizzarrito lo ha incornato non lasciandogli alcuno scampo. Il tragico incidente è accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 18 aprile 2021, in frazione Molini a Trinità (Cuneo). A perdere la vita è stato l’agricoltore 71enne Giacomo Curti, per tutti Lino, anche il figlio 30enne è rimasto ferito nel tentativo di salvarlo dall’animale.

Muore a 71 anni incornato da un toro

Una vera e propria tragedia che si è verificata nel corso del tardo pomeriggio di ieri, domenica 18 aprile 2021. Giacomo Curti, conosciuto da tutti come Lino, ha perso tragicamente la vita a causa dell’incornata di un toro imbizzarrito. Il 71enne, a capo di un’azienda agricola di famiglia nella frazione Molini di Trinità, stava riconducendo il bestiame in stalla, quando l’animale, fuori controllo, lo ha caricato con forza con le corna facendolo cadere.

A seguito dell’incidente, è intervenuto immediatamente il figlio 30enne, nel tentativo di salvare il padre dalla furia del toro. Sul posto sono successivamente sopraggiunti i soccorsi, i quali, purtroppo, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 71enne.

TI POTREBBE INTERESSARE: Il Covid non sarà l’ultima pandemia, gli scienziati: “Ci sarà un Sars-Cov-3”

Il figlio dell’agricoltore è stato condotto all’ospedale in ambulanza poiché, cercando di salvare il padre, ha riportato ferite alle gambe. Le condizioni di quest’ultime non sarebbero gravi.

Scioccati i cittadini di Trinità

Una notizia quella delle morte di Lino che ha scosso tutti i cittadini del piccolo Comune di Trinità nel cuneese. Il sindaco Ernesta Zucco, dopo aver appreso ciò che è accaduto, ha voluto sottolineare come Giacomo Curti fosse un uomo buono e stimato che era conosciuto da tutti in paese.