46enne prende a pugni il bancomat che non gli restituisce la tessera

L'uomo è stato prima medicato e poi denunciato per danneggiamento aggravato.

46enne prende a pugni il bancomat che non gli restituisce la tessera
03 Maggio 2019 ore 16:19

Novara prende a pugni il bancomat che non gli aveva restituito la tessera: deferito in stato di libertà.

46enne prende a pugni il bancomat

I Carabinieri della Stazione di Vercelli hanno deferito in stato di libertà P.P., 46enne residente in provincia di Novara, perché ritenuto responsabile di danneggiamento aggravato.

La storia

La vicenda è avvenuta alla vigilia di Pasqua, alle 23.30 circa, al Bancomat della filiale della Banca Intesa ubicato accanto alla Stazione Ferroviaria.
I Carabinieri sono intervenuti a seguito di una telefonata al centralino della Caserma da parte di un cittadino che, transitando in piazza Roma, aveva notato un uomo in preda alla rabbia, che stava imprecando e prendendo a pugni il vetro della porta che dà accesso all’apparecchio bancomat dell’Istituto di Credito.

Giunti sul posto, i militari hanno constatato che il vetro era stato rotto e vi erano anche evidenti tracce di sangue, verosimile conseguenza di un infortunio patito da chi aveva danneggiato il vetro. Le ricerche del responsabile sono durate l’arco di una decina di minuti. I Carabinieri lo hanno trovato nei pressi della stazione, inequivocabilmente ferito e con gli abiti sporchi di sangue, e l’uomo, alla vista degli uomini in uniforme, si è subito spontaneamente assunto la paternità del gesto.

La spiegazione

Ai Carabinieri ha spiegato le ragioni di tanta rabbia, l’apparecchio aveva trattenuto la sua tessera bancomat, impedendogli di effettuare un prelievo e scatenando la sua irrefrenabile ira.
Pertanto, i Carabinieri si sono attivati perché l’uomo ricevesse le cure necessarie, al termine delle quali hanno proceduto alla sua denuncia in stato di libertà per danneggiamento aggravato.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità