Attualità
Buone notizie

Un anno fa la pandemia in Piemonte era 10 volte più grave

Ancora più impressionante il dato sui decessi, che è passato da 1522 in un mese del 2020 ai 60 attuali

Un anno fa la pandemia in Piemonte era 10 volte più grave
Attualità 20 Novembre 2021 ore 10:29

I dati diffusi dalla Regione parlano chiaro. L'impatto positivo dei vaccini si fa sentire e il sistema regge decisamente meglio rispetto a quanto avveniva esattamente 12 mesi fa.

Lo studio della Regione

E' dal confronto tra i dati raccolti dalla Regione nella finestra di tempo tra il 19 ottobre e il 19 novembre del 2020 e del 2021 che emerge un dato molto significativo. L'impatto del virus in Piemonte nel 2020 era circa 10 volte più alto per numero di contagi e ricoveri ospedalieri. rispetto a quanto avviene adesso. E questo grazie agli effetti di una massiccia campagna vaccinale.

Il confronto sul dato dei decessi e sui contagi

"Un impatto ancor più impressionante - scrivono da Palazzo Lascaris - lo si evidenza sulla mortalità passata dai 1.522 decessi registrati nel mese a cavallo tra ottobre e novembre 2020 ai 60 nello stesso periodo di quest’anno. I contagiati sono passati dai 95.254 di allora ai 9.965 di oggi, mentre il numero medio di posti letto occupati di terapia intensiva da 227 a 21 e di degenza ordinaria da 3.297 a 216".

Il commento di Cirio e Icardi

“Questi dati ci fanno capire l’importanza di vaccinarsi, perché a fare la differenza su questi numeri sono stati i vaccini”, sottolineano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi.