Attualità
Ecco dove

Stop ai diesel Euro 4 (e non solo) da oggi in 9 Comuni della Granda

Dal 15 settembre 2021 entreranno in vigore le misure straordinarie per il contenimento dell’inquinamento da polveri sottili nel bacino padano.

Stop ai diesel Euro 4 (e non solo) da oggi in 9 Comuni della Granda
Attualità Cuneo città, 14 Settembre 2021 ore 17:01

A partire dalla giornata di oggi, mercoledì 15 settembre 2021, in 9 Comuni della provincia di Cuneo entreranno in vigore le misure straordinarie per il contenimento dell’inquinamento da polveri sottili nel bacino padano. Un provvedimento che sancisce lo stop dei veicoli diesel fino ad Euro 4.

Stop ai diesel Euro 4 in 9 Comuni cuneesi

Da domani quindi entreranno in vigore le misure antismog concordate e decise a livello di bacino padano dalle Regioni con il ministero dell'Ambiente. Un provvedimento quest'ultimo che comporterà importanti limitazioni al traffico e che, in provincia di Cuneo, interesserà ben 9 Comuni:

  • Alba
  • Borgo San Dalmazzo
  • Bra
  • Busca
  • Cuneo
  • Fossano
  • Mondovì
  • Savigliano
  • Saluzzo

Le limitazioni che verranno adottate

Queste le limitazioni stabilite protocollo padano sulla qualità dell'aria sottoscritto dalle regioni Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna:

  • divieto di circolazione, dalle ore 00:00 alle ore 24:00 di tutti i giorni (festivi compresi) dei veicoli adibiti al trasporto persone (categoria M1) e adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione inferiore o uguale a Euro 2 per veicoli alimentati a benzina e dotati di motore diesel e omologazione inferiore o uguale a Euro 1 per i veicoli alimentati a GPL e metano;
  • divieto di circolazione, dalle ore 8:30 alle ore 18:30 nei giorni feriali dal lunedì al venerdì, dal 15 settembre di ogni anno al 15 aprile dell’anno successivo, dei veicoli dotati di motore diesel adibiti al trasporto persone (categoria M1) e adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione uguale a Euro 3 ed Euro 4. Dal 15 settembre 2023 il divieto sarà esteso ai veicoli dotati di motore diesel adibiti al trasporto di persone (categoria M1) e adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione uguale a Euro 5;
  • divieto di circolazione veicolare, dalle ore 00:00 alle ore 24:00 di tutti i giorni (festivi compresi) dal 15 settembre di ogni anno al 15 aprile dell’anno successivo, di tutti i ciclomotori e i motocicli adibiti al trasporto di persone o merci (categoria L1, L2, L3, L4, L5, L6, L7) con omologazione inferiore o uguale ad Euro 1

Le limitazioni temporanee

Nel caso di superamento delle soglie stabilite dall’accordo del Bacino Padano, dal 15 settembre di ogni anno al 15 aprile dell’anno successivo, scatteranno anche le limitazioni temporanee, quali:

Allerta di 1° Livello – colore “ARANCIO”

  • divieto di circolazione veicolare, dalle ore 8,30 alle 18,30, di tutti i giorni (festivi compresi), dei veicoli adibiti al trasporto di persone (categoria M1) dotati di motore diesel con omologazione uguale ad Euro 3, 4 e 5;
  • divieto di circolazione veicolare, dalle ore 8,30 alle 12,30, il sabato e nei giorni festivi, dei veicoli adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) dotati di motore diesel con omologazione uguale a Euro 3 ed Euro 4

Allerta di 2° livello – colore “ROSSO”

  • divieto di circolazione veicolare dei veicoli commerciali (categoria N1, N2, N3) con omologazione uguale a Euro 1, 2, 3 e 4 diesel, dalle ore 8,30 alle ore 18,30, il sabato e nei giorni festivi;
  • divieto di circolazione dei veicoli commerciali (categoria N1, N2, N3) con omologazione uguale ad Euro 5 diesel, dalle ore 8,30 alle ore 12,30, tutti i giorni;

Sono esentati dalle limitazioni strutturali i veicoli diretti verso officine e centri autorizzati al fine di effettuare la revisione dei veicoli o la trasformazione gpl/metano o la rottamazione del veicolo purchè muniti di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (dichiarazione) redatta su carta intestata della ditta che effettua l’intervento e sottoscritta dal titolare indicante data e ora dell’appuntamento e la targa del veicolo; tali veicoli, quando in uscita da officine e/o centri di revisione autorizzati, dovranno essere accompagnati dalla fattura comprovante l’avvenuta erogazione della fornitura/servizio da parte dell’azienda interessata.

Il progetto "Move-In"

Dallo scorso 30 luglio la Regione Piemonte ha inoltre adottato, come già in Lombardia, il progetto sperimentale "Move In" (MOnitoraggio dei VEicoli INquinanti) con il quale sono promosse modalità innovative per il controllo delle emissioni degli autoveicoli attraverso il monitoraggio delle percorrenze, tenendo conto dell’uso effettivo del veicolo e dello stile di guida adottato.

Ad ogni veicolo aderente al servizio viene assegnato, in base alla categoria ed alla classe ambientale, un tetto massimo di chilometri che possono essere percorsi annualmente sull’intero territorio dei comuni interessati dalle limitazioni. Una scatola nera (black box) installata a bordo del veicolo calcola i chilometri percorsi su tutti i tipi di strade, tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24. Raggiunto il tetto massimo di percorrenza assegnato, il mezzo non potrà più circolare in quelle aree sino al termine dell’anno di adesione al servizio.

LEGGI ANCHE: Black box per far circolare anche le auto "inquinanti"