Attualità
Il dibattito politico è aperto

Ricordare Norma Cossetto, la studentessa stuprata e assassinata dai partigiani nel '43

Gli esponenti di Fratelli d'Italia vorrebbero commemorare la povera giovane cui è già stata conferita la medaglia d'oro al valore e una laurea honoris causa.

Ricordare Norma Cossetto, la studentessa stuprata e assassinata dai partigiani nel '43
Attualità Cuneo città, 16 Agosto 2021 ore 13:07

Fa discutere e riflettere la proposta di due politici aderenti al partito Fratelli d'Italia: vorrebbero intitolare una panchina a Norma Cossetto, studentessa universitaria seviziata per giorni e poi uccisa dai partigiani comunisti nel 1943.

Stuprata e assassinata senza pietà

L'idea di ricordare questa povera giovane, barbaramente assassinata senz'alcuna pietà e poi buttata in una foiba a testa in giù, si inseriva nel più ampio discorso della violenza sulle donne. Femminicidio si chiama oggi, mentre un tempo forse non si badava al genere quanto alle opinioni. Norma era, infatti, figlia di un fascista e per questo andava fatta soffrire, torturata e violentata prima di essere uccisa. Ebbene, ancor oggi a distanza di quasi 80 anni da quei tragici avvenimenti, c'è chi non riesce a capire la gravità di quanto accaduto. Tant'è che la proposta dei consiglieri di opposizione Alberto Coggiola e Massimo Garnero non è stata approvata dalla maggioranza (centrosinistra) ma se ne discute ancora. L'idea era dapprima quella di dedicare una panchina rossa, simbolo ultimamente della solidarietà verso le donne maltrattate, proprio alla studentessa istriana. Poi si è pensato di dedicarle uno spazio anche non legato alle panchine...

L'interpellanza da discutere a breve

Di seguito un estratto dell'interpellanza che dovrebbe essere discussa prossimamente:

"Per quale motivo - scrivono i seguaci della Meloni - il Comune di Cuneo nega la possibilità di dedicare una panchina rossa a Norma Cossetto mentre molti comuni italiani, aderenti al progetto Panchine Rosse, hanno optato per questa scelta? Quale potrebbe essere, secondo l’attuale Amministrazione Comunale, una forma adeguata di ricordo di Norma alternativa alla panchina, considerato l’impegno preso nel rinvenire un’adeguata forma di ricordo?".

Sarà il caso di ricordare en passant che a Norma Cossetto fu riconosciuta la laurea honoris causa nel 1949, mentre poi nel 2005 il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi le conferì la medaglia d'oro al valor civile.