Attualità
Novità

La Regione approva il protocollo per la sicurezza nei cantieri edili nel Cuneese

La Regione: "E' un modo per migliorare la salute e la sicurezza dei lavoratori del Cuneese nel settore edile

La Regione approva il protocollo per la sicurezza nei cantieri edili nel Cuneese
Attualità Cuneo città, 08 Dicembre 2022 ore 07:00

La giunta regionale ha approvato ieri, 7 dicembre, lo schema per il protocollo d'intesa sulla sicurezza nei cantieri edili del Cuneese. Un passaggio ritenuto fondamentale dai vertici di Palazzo Lascaris.

Approvato il protocollo d'intesa

Su proposta dell'assessore alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, la Giunta regionale ha approvato ieri, 7 dicembre, lo schema di Protocollo d'intesa per la sicurezza e la regolarità nei cantieri edili in provincia di Cuneo. Sottoscriveranno il documento Regione Piemonte, Prefettura di Cuneo, enti e istituzioni ispettive e associazioni di categoria sindacali e datoriali.

Le parole dell'assessore Icardi

"Il Protocollo - spiega l’assessore Icardi - rappresenta uno strumento per migliorare la sicurezza e la salute dei lavoratori che nel Cuneese operano nel settore edile. L'obiettivo è quello di sviluppare utili sinergie per la piena attuazione delle norme in materia di salute, sicurezza e regolarità del lavoro, favorendo, così, la riduzione di infortuni, malattie professionali e dumping contrattuale".

Il documento avrà una durata di 5 anni

"Oltre a predisporre iniziative formative e di sensibilizzazione - fanno sapere dalla Regione - fra le quali rientra l’organizzazione di un convegno che analizzerà i dati relativi agli infortuni accaduti negli ultimi anni, le parti si impegneranno a far applicare il rispetto delle disposizioni in tema di sicurezza sul lavoro e regolarità a imprese affidatarie, imprese esecutrici e stazioni appaltanti. Il Protocollo entrerà in vigore dalla data della sua sottoscrizione, con durata quinquennale, e potrà essere rinnovato o modificato mediante accordo scritto tra le parti".

 

Seguici sui nostri canali