Menu
Cerca
Solidarietà

In ricordo del piccolo Mattia, il Comune di Cherasco dona 2mila euro alla raccolta fondi

Su GoFund.me la raccolta fondi aperta in onore del piccolo Mattia Sartori ha superato la somma di 22mila euro. Soldi che verranno usati per l'acquisto di un ecografo per l'ospedale torinese Regina Margherita.

In ricordo del piccolo Mattia, il Comune di Cherasco dona 2mila euro alla raccolta fondi
Attualità Bra e Roero, 21 Maggio 2021 ore 12:32

Anche il Comune di Cherasco ha deciso di contribuire alla causa avviata dai genitori del piccolo Mattia Sartori, bimbo di 5 anni scomparso l'11 maggio scorso in seguito ad una complicazione dopo un delicato intervento al cuore. L'Amministrazione comunale ha donato 2mila euro alla raccolta fondi aperta su GoFund.me in collaborazione con l’Associazione Amici dei Bambini Cardiopatici Onlus di Torino, per l'acquisto di un ecografo che verrà usato nel reparto di cardiologia dell'ospedale torinese Regina Margherita.

In ricordo del piccolo Mattia

È una gara di grande solidarietà per essere vicini alla famiglia del piccolo Mattia Sartori, prematuramente scomparso a causa di una complicanza in seguito ad un delicato intervento cardiaco, quella che sta avvenendo in questi giorni.

In tantissimi stanno aderendo alla raccolta fondi avviata dai genitori di Mattia, in collaborazione con l’Associazione Amici dei Bambini Cardiopatici Onlus di Torino, per l'acquisto di un ecografo che verrà usato nel reparto di cardiologia dell'ospedale torinese Regina Margherita.

TI POTREBBE INTERESSARE: Sì al Green pass europeo, le "scadenze", le restrizioni nei Paesi Ue

Anche l’Amministrazione cheraschese, su indicazione dell’intero Consiglio Comunale, ha devoluto 2mila euro a favore di questa causa benefica.

"Una delibera di donazione – commenta il sindaco Carlo Davico - fatta con il cuore e a nome dell’intera comunità cheraschese. Il mio appello è che chi può faccia una donazione, ognuno secondo le proprie possibilità, per una causa davvero nobile".

L’ecografo "Philips Affiniti CVx" - per il reparto di Cardiologia dell'Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, che servirà a svolgere diagnosi approfondite dei piccoli pazienti nati con cardiopatie congenite e cardiopatie complesse che si manifestano dopo la nascita - ha un costo che si aggira sui 45.000 euro.

PER CONTRIBUIRE ALLA RACCOLTA FONDI: CLICCA QUI.

Al momento, la raccolta fondi aperta dai genitori del piccolo Mattia Sartori, ha raggiunto una somma superiore ai 22mila euro.