Attualità
Capienza massima

In Piemonte la capienza dei mezzi pubblici torna al 100%

Il Trasporto Pubblico Locale si prepara a tornare alla situazione del periodo pre-pandemia.

In Piemonte la capienza dei mezzi pubblici torna al 100%
Attualità Cuneo città, 30 Marzo 2022 ore 17:40

Il trasporto pubblico piemontese torna al servizio pre-pandemia: dal 1° aprile la capienza dei mezzi sarà di nuovo al 100%.

Trasporto pubblico, la capienza dei mezzi torna al 100%

Con la fine dello stato di emergenza sanitaria anche il Trasporto Pubblico Locale piemontese si prepara a tornare alla situazione del periodo pre-pandemia.  Da venerdì 1° aprile viene infatti ripristinato il pieno carico dei mezzi su gomma: l’Agenzia della Mobilità Piemontese conferma che gli utenti del TPL torneranno ad usufruire di autobus, tram e metropolitana nuovamente al 100% della capienza.

Il riassetto sarà completamente operativo sin dalle prime ore di venerdì 1° aprile su tutto il territorio regionale, mantenendo inalterati gli attuali orari per il servizio scolastico.

«Il mondo del trasporto pubblico locale guardava con aspettativa alla data del 1° aprile - sottolinea l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Marco Gabusi – per poter tornare ad un’offerta di servizio più soddisfacente per gli utenti. Chiaramente dovremo continuare a tenere alta la guardia perché i dati sanitari ci dicono che il Covid è ancora tra noi, per cui continueremo a utilizzare i mezzi indossando la mascherina, ma certamente questo è un importante passo in avanti verso la normalità».

Gli orari in vigore saranno comunicati dai singoli operatori di trasporto pubblico. L’Agenzia della Mobilità Piemontese raccomanda perciò agli utenti di prestare attenzione agli avvisi e agli aggiornamenti sui siti delle aziende di trasporto e attraverso i consueti canali di comunicazione. L’Agenzia ricorda, inoltre, che è sempre fondamentale “bippare” in salita sui mezzi per poter monitorare l’effettivo utilizzo e intervenire in caso di criticità.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter