Attualità
Ordinanza sindacale

Impennata di positivi a Savigliano: introdotto obbligo di mascherina all'aperto

In sole tre settimane si è passati da 12 a 128 contagiati nel Comune cuneese.

Impennata di positivi a Savigliano: introdotto obbligo di mascherina all'aperto
Attualità Saluzzo e pianura, 06 Dicembre 2021 ore 14:38

Savigliano è il primo Comune in provincia di Cuneo ad introdurre l'obbligo di mascherina all'aperto. Il motivo riguarda la grande impennata di positivi al Covid-19 rilevati in sole tre settimane, un numero che è passato da 12 a 128 contagiati.

Obbligo di mascherina all'aperto a Savigliano

Nel corso della mattinata di oggi, lunedì 6 dicembre 2021, Giulio Ambroggio, sindaco di Savigliano, ha firmato l'ordinanza che introduce l'obbligo di mascherina all'aperto nel Comune cuneese. Il provvedimento avrà vigore dal 9 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022 e varrà per l'area circoscritta al centro storico.

Nello specifico, l'obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale all'aperto vale per:

  • Via Torino, ambo i lati, nel tratto compreso tra piazza del Popolo e corso V. Veneto;
  • Via Sant'Andrea, ambo i lati, nel tratto compreso tra piazza Santarosa e via Jerusalem;
  • piazza del Popolo,
  • corso Roma (ambo i lati),
  • V. Danna,
  • P.zza Molineri,
  • V. Garibaldi,
  • V. Beggiami,
  • P.zza Santarosa,
  • P.zza Cavour,
  • Via Palestro,
  • Via Muratori (ambo i lati),
  • P.zza del Popolo

L'ordinanza sindacale è giunta a seguito della grande impennata di positivi a Savigliano: in sole tre settimane il numero di contagiati è passato da 12 a 128 unità.

Non hanno l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto:

  • i bambini di età inferiore ai sei anni;
  • le persone con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina;
  • i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva, purché mantengano la prevista distanza interpersonale con le altre persone

La violazione delle disposizione della presente Ordinanza comporta la sanzione amministrativa di una somma da euro 400 ad euro 1000. Il personale della Polizia Locale e delle altre Forze di Polizia è incaricato del controllo sull’ottemperanza della presente ordinanza.