Attualità
CUNEO E PROVINCIA

Energia, inaugurata una nuova Cabina Prima di E-Distribuzione

Con 2,5 milioni di euro investiti, il progetto rientra nel programma di potenziamento della rete elettrica piemontese.

Energia, inaugurata una nuova Cabina Prima di E-Distribuzione
Attualità Cuneo città, 16 Dicembre 2021 ore 12:29

È stata presentata ieri presso lo Spazio Incontri Fondazione CRC di via Roma a Cuneo, la nuova Cabina Primaria di E-Distribuzione, un impianto di grande eccellenza tecnologica, costruito secondo i migliori standard tecnici e ambientali, che ha richiesto un investimento di 2,5 milioni di euro.

Programma di riammodernamento

La nuova cabina di via Torre Frati, che rientra nel programma di ammodernamento e potenziamento della rete elettrica del Piemonte, alimenta 5700 clienti in bassa e 49 clienti in media tensione, garantendo un’elevata qualità delle prestazioni. Il nuovo impianto risponde anche alla richiesta di connessione di una centrale di produzione cogenerativa per il teleriscaldamento della città di Cuneo da 4.7 MW e di impianti da fonti rinnovabili da connettere su rete a media tensione.

Gli ospiti presenti al taglio del nastro

Al taglio del nastro erano presenti il Sindaco Federico Borgna, Marco Bussone, Presidente UNCEM Nazionale, Roberto Colombero, Presidente UNCEM Piemonte, Andrea Corniolo Responsabile Ufficio Sicurezza e Ambiente Confindustria Cuneo, Claudia Bergia Prefettura Cuneo e Enrico Bottone, Responsabile Area Nord Ovest E-Distribuzione.

Bottone: "L’impianto dispone delle più moderne innovazioni"

Siamo orgogliosi di inaugurare questa cabina che costituisce un’eccellenza dal punto di vista impiantistico e ambientale e che si inserisce in un più ampio piano di sviluppo e rinnovamento tecnologico pensato per Cuneo e per il Piemonte – ha commentato Enrico Bottone per E-Distribuzione. L’impianto dispone delle più moderne innovazioni e ci permette di potenziare il servizio di un’area significativa per la città”.

impianto
default

La cabina rappresenta, inoltre, un’innovazione anche per la capacità di inserirsi in un sistema elettrico sempre più avanzato: anche in caso di fenomeni metereologici particolarmente intensi, infatti, la cabina e il sistema elettrico locale a valle di essa garantiranno una maggiore continuità del servizio e una riduzione dei tempi di rialimentazione.