Attualità
CUNEO E PROVINCIA

Economia, è nato l'Osservatorio Turistico del Cuneese: monitoraggi e dati specifici per lo sviluppo

L’Osservatorio Turistico del Cuneese si presenterà lunedì 25 luglio prossimo presso la sede dell’ATL di Cuneo, illustrando in dettaglio le attività in corso e i primi dati delle analisi e del monitoraggio.

Economia, è nato l'Osservatorio Turistico del Cuneese: monitoraggi e dati specifici per lo sviluppo
Attualità Cuneo città, 23 Giugno 2022 ore 12:43

È nato l’Osservatorio Turistico del Cuneese, frutto del protocollo d’intesa siglato tra VisitPiemonte - Regional Marketing and Promotion (la società in-house della Regione e di Unioncamere Piemonte per la valorizzazione turistica e agroalimentare del territorio), Unioncamere Piemonte, soggetto di raccordo e rappresentanza delle imprese territoriali, e l’ATL del Cuneese, riferimento territoriale per la valorizzazione delle risorse turistiche locali, l’accoglienza e l’informazione turistica.

L'obiettivo

L’obiettivo dell’accordo è quello di contribuire allo sviluppo economico-sociale della destinazione “Cuneese” e alla promozione e prosperità del territorio piemontese, con particolare attenzione alla filiera turistica attraverso iniziative di marketing e promozione che aumentino l’attrattività del prodotto turistico territoriale e la ricaduta economica sostenibile.

Il protocollo rappresenta la conferma del modello di lavoro messo a punto dall’Osservatorio Turistico della Regione Piemonte per la programmazione strategica della destinazione e intende supportare lo sviluppo e gli investimenti a livello locale laddove occorre puntare sulle specificità delle singole aree prodotto: il metodo di analisi è già stato implementato da Langhe Monferrato Roero e adottato di recente dal Biellese e permetterà agli attori del sistema turistico locale, tramite l’ATL, di disporre nei prossimi mesi di un cruscotto integrato analogo a quello adottato a livello regionale: dati statistici, monitoraggio delle recensioni on-line e delle offerte delle OTA, indicatori di spesa e specifiche analisi della fruizione dei turisti sul territorio.

I dati del 2021

Dai dati già elaborati nel corso del 2021 è già emerso come il Cuneese abbia registrato un buon andamento di ripresa nel secondo semestre dell’anno. Prima della pandemia il territorio aveva ospitato oltre 370 mila arrivi turistici e oltre 1 milione 100 mila presenze; nel 2021 si sono registrati 264.854 arrivi e 710.871 pernottamenti, con un incremento del 17,8% e 5,5% rispettivamente in confronto al 2020, confermando un avvio di recupero per tornare ai livelli del 2019. Recupero confermato dal monitoraggio delle recensioni on-line, da cui emerge che il valore del sentiment del Cuneese sulla rete è pari a 89,9/100, in crescita di +0,9 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e superiore rispetto al valore dell’Italia, pari a 87,2/100, e al valore del Piemonte, pari a 88/100.

Guardando al solo comparto della ricettività, la crescita del numero delle recensioni per le strutture cuneesi è pari al 16,7% ed evidenzia la ripresa della fruizione del territorio (il numero di recensioni si presenta direttamente correlato agli arrivi turistici). Il sentiment risulta essere più positivo tra gli utenti del mercato estero, 89,8/100 contro 89,3/100 del mercato italiano. La quota di recensioni estere vale il 32,6% del totale. Il 67,5% delle recensioni sono redatte da utenti italiani; segue la Francia con il 12,5%.

"Dopo la pandemia, che ha fortemente colpito il settore del turismo, il 2021 ha registrato una prima ripresa e il 2022 sta finalmente dando ottimi segnali: l'aeroporto di Torino nel mese di maggio ha registrato una crescita del 21% mentre quello di Cuneo Levaldigi da gennaio ad aprile ha segnato un +36% sullo stesso periodo del 2019 con oltre 36 mila passeggeri. E attualmente i livelli di prenotazione per l'estate sembrano molto buoni. - sottolinea Beppe Carlevaris, presidente del Cda di VisitPiemonte - Tuttavia il mercato turistico è cambiato: si conferma la propensione al turismo di prossimità in aree meno note, con la ricerca di ampi spazi all’aria aperta che favoriscano attività outdoor legate alla natura. Il territorio del Cuneese ha molto da offrire per questa tipologia di target e conoscere nel minor tempo possibile indicazioni su come si muovono le tendenze, grazie al lavoro di un Osservatorio turistico dedicato, permetterà di migliorare la strategia e la programmazione locale e a misurare i risultati".

Numeri incoraggianti

Numeri incoraggianti si stanno leggendo nel monitoraggio delle prenotazioni on-line e in questa direzione si sta consolidando il monitoraggio delle offerte sui canali delle OTA - Online Travel Agency, che conferma la tendenza a prenotare le camere per il soggiorno a ridosso della data di partenza. Dal monitoraggio di fine maggio 2022 il tasso di saturazione, cioè di vendita/prenotazione on-line dell’offerta ricettiva del Piemonte rispetto al totale offerto, era salito al 23,2% per il mese di giugno, al 14,1% per il mese di luglio e al 11,7% per il mese di agosto. Percentuali in crescita rispetto alle indicazioni di monitoraggio del mese precedente, dove il tasso di saturazione indicato era pari al 14,4% per il mese di giugno, al 9,0% per il mese di luglio e al 8,3% per il mese di agosto. Per il territorio dell’ATL del Cuneese la saturazione per il mese di giugno era pari al 17,1%; a luglio 9,2%: maggiore del valore complessivo regionale; ad agosto pari al 7%.

"Contribuire alla nascita dell’Osservatorio Turistico del Cuneese è per noi motivo di orgoglio istituzionale: la collaborazione siglata con VisitPiemonte ci permetterà di mappare il territorio, di capire come le province si stiano adattando ai nuovi flussi turistici e ci consentirà di aiutarle in operazioni di marketing strategico. Da sempre crediamo che avere dati e informazioni certe sull'andamento di alcuni indicatori economici sia l'unica strada per individuare politiche efficaci di valorizzazione di alcuni settori, oltre che di sostegno alla crescita. Come spendono i turisti? In cosa investono il loro denaro? Rispondere a queste domande sarà il modo per attrarre nuovi visitatori e contribuire allo sviluppo delle nostre economie", commenta Gian Paolo Coscia, Presidente Unioncamere Piemonte.

La firma di questo Protocollo d’intesa significa per noi la concretizzazione di un nuovo concetto di programmazione strategica delle azioni di marketing e promozione turistica del Cuneese - aggiungono Mauro Bernardi e Daniela Salvestrin, presidente e direttore dell’ATL del Cuneese - Grazie alla tempestiva messa a disposizione di dati che intercettano con sempre maggior accuratezza le tendenze del mercato e fotografano con estrema precisione l’evolversi dell’offerta turistica del territorio di nostra competenza, saremo in grado di mettere in campo azioni mirate di promo-comunicazione e di monitorarne passo dopo passo l’efficacia. Un punto di partenza importante che ci porterà, ce lo auguriamo, a far crescere ulteriormente l’attrattività della nostra destinazione turistica".

L’Osservatorio Turistico del Cuneese si presenterà lunedì 25 luglio prossimo presso la sede dell’ATL di Cuneo, illustrando in dettaglio le attività in corso e i primi dati delle analisi e del monitoraggio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter