Una storia commovente

Covid, pub chiuso e sanzionato: sono gli stessi clienti a pagare la multa

Una grande sorpresa per Raffaele Felizia, titolare del pub "Doctor Mad" di Cuneo.

Covid, pub chiuso e sanzionato: sono gli stessi clienti a pagare la multa
Attualità Cuneo città, 30 Aprile 2021 ore 12:47

Siamo a San Rocco della Castagnetta in provincia di Cuneo e il pub in questione è il "Doctor Mad" di Raffaele Felizia. La sua attività era stata chiusa e sanzionata nella giornata di lunedì 26 aprile 2021 da parte del comando di Polizia Locale di Cuneo per aver violato la normativa anti-Covid. Ieri per il titolare del locale la grande sorpresa: la multa da 400 euro era stata saldata dai suoi affezionati clienti.

Multa da 400 euro e chiusura per cinque giorni

Una misura a cui ormai siamo abituati da diverso tempo. L'intervento delle forze dell'ordine per garantire il rispetto della normativa anti-Covid relativo alle attività di bar e ristoranti è chiaro: sanzione pecuniaria e chiusura dell'attività per cinque giorni.

Anche al pub "Doctor Mad" di Cuneo, più precisamente di San Rocco della Castagnetta, è toccata la medesima sorte. Nel corso della giornata di lunedì 26 aprile 2021, il titolare Raffaele Felizia è stato multato, con sanzione da 400 euro e chiusura del locale per cinque giorni, dal comando della Polizia Locale di Cuneo per aver violato la normativa volta a contrastare l'incremento dei contagi da Covid-19. Una sanzione che è stata pubblicata sul profilo Facebook ufficiale del pub:

"Freddo, pioggia, neve, gelo ... ci siete stati tutti i santi giorni per l’asporto !!! Un grazie di cuore a tutti voi per la tenacia dimostrata !!! Ci vediamo sabato 1 maggio ... con il servizio al tavolo all’esterno !!!".

I clienti pagano la multa del loro amato pub

Nella giornata di ieri, giovedì 29 aprile 2021, la sorpresa che non ti aspetti: gli affezionati clienti del pub "Doctor Mad" si sono presentati alla porta del loro amato locale con una lettera nella quale dichiaravano di aver saldato la multa da 400 euro recapitata all'attività di Raffaele Felizia.

Una storia commovente che ha sottolineato, ancora una volta, il rapporto che si viene ad instaurare tra una realtà tradizionale del territorio e la gente che la vive tutti i giorni. Come si legge infatti nella didascalia della pagina Facebook del "Doctor Mad", il "locale è stato aperto nel 1997 da Raffa e Enrico, ed è tutt'ora operativo grazie alla fedeltà della sua spettabile clientela".

Questo il testo della lettera scritta e firmata da tutti i clienti che hanno partecipato alla colletta per pagare la multa:

"L'unico modo per avere un amico è esserlo. A te che dietro a un bancone hai saputo regalare sorrisi, consigli e 'cazziatoni'. A te che dici ciò che pensi senza se e senza ma. A te che non ci hai mai fatto sentire soli nei nostri momenti più bui. Il 'ti voglio bene' ha valore solo coi fatti, perciò ecco il nostro modo per esserci, perché Raffa... ti vogliamo bene".