Glocal news
Lei era "l'amica in difficoltà"

Presta i soldi all'amante: la moglie lo scopre e li rivuole indietro. E il Tribunale le dà ragione

Come prova della restituzione del denaro sono stati portati in aula gli screenshot della chat tra il marito e l'amante. Messaggi nei quali la donna scriveva: "So che ti devo dare i soldi e te li do".

Presta i soldi all'amante: la moglie lo scopre e li rivuole indietro. E il Tribunale le dà ragione
Glocal news 19 Ottobre 2021 ore 09:18

Aveva versato 1.600 euro in due diverse tranche a quella che descriveva come "un'amica di famiglia" che si trovava in difficoltà economiche. Una scusa bella e buona che ha destato non pochi dubbi alla moglie, la quale è riuscita a scoprire la tresca segreta grazie ai messaggi che il marito si scambiava con l'amante su WhatsApp. Tra questi c'erano anche quelli che sottolineavano come i soldi ricevuti fossero un dono da restituire al mittente. Cosa che poi è accaduta, ma solo dopo la sentenza del Tribunale.

Si fa l'amante e le presta dei soldi: la moglie lo scopre e se li fa restituire

Da oggi in avanti, converrà stare attenti a quello che scriviamo via WhatsApp. Come raccontato da Prima Novara, un uomo è riuscito a farsi restituire i soldi prestati all'amante, dopo che la loro tresca segreta era stata scoperta dalla moglie. La restituzione del denaro è stato possibile proprio perché la donna, in chat, aveva assicurato che prima o poi avrebbe restituito le somme, riconoscendo dunque il debito. A confermare tutto ciò una sentenza del Tribunale di Novara che, come prova inconfutabile, ha accettato gli screenshot della chat. Quest'ultimi, come copia cartacea di un documento informatico, costituiscono riproduzione meccanica con valore probatorio.

La vicenda è finita in Aula dopo che la moglie aveva scoperto la relazione amorosa del marito con l'amante. Oltre al tradimento coniugale, quest'ultimo aveva prestato ben 1.600 euro in due diverse tranche alla donna, dicendo alla consorte che erano però destinati ad "un'amica di famiglia" in difficoltà economiche. La moglie, tuttavia, non ha creduto alle fandonie del marito ed è riuscita, grazie ai messaggi su Whatsapp, a scoprire la loro tresca.

Gli screenshot della chat hanno così permesso all'uomo di recuperare i soldi prestati: sono state prove infallibili, nelle quali l'amante scriveva: "So che ti devo dare i soldi e te li do". Dichiarazioni che hanno un tenore confessorio e che costringono la donna a dare indietro tutta la somma che aveva precedentemente ricevuto.