Glocal news
truffa all'inps

Nasconde per due anni il cadavere della madre nell'armadio per continuare a prendere la sua pensione

E' successo in provincia di Milano. A smascherare il truffatore è stata la compagna, che ha riferito ai Carabinieri quello che lui le aveva confessato.

Nasconde per due anni il cadavere della madre nell'armadio per continuare a prendere la sua pensione
Glocal news 18 Ottobre 2021 ore 15:29

Per quasi due anni ha vissuto in un appartamento in cui aveva murato il cadavere dell'anziana madre per continuare a percepire la sua pensione. Una vicenda incredibile arriva da Buccinasco, in provincia di Milano, dove i Carabini eri hanno smascherato una macabra truffa ai danni dell'Inps.

Mura il cadavere della mamma per continuare a prendere la sua pensione

Aveva nascosto il cadavere delle mamma in casa, per continuare a percepire la pensione. Come racconta il Giornale di Navigli, nella tarda serata di sabato 17 ottobre, i carabinieri di Buccinasco guidati dal luogotenente Vincenzo Vullo della Compagnia di Corsico sono intervenuti in un’abitazione di Buccinasco dove era stata segnalata la presenza di un cadavere nascosto in casa.

La segnalazione della compagna

Poche ore prima, una donna si era presentata presso una Stazione dei Carabinieri della provincia di Pavia, per riferire di avere appreso dal suo compagno convivente, un cinquantenne incensurato, che in seguito alla morte della madre 80enne, avvenuta nel novembre 2019 per cause naturali, ne aveva occultato il cadavere all'interno di un armadio dell’abitazione di Buccinasco allo scopo di continuare a percepirne la pensione (circa 1.700 euro mensili).

La confessione

Rintracciato poco dopo e condotto presso gli uffici della Stazione Carabinieri di Buccinasco, l’uomo ha ammesso ogni circostanza e spiegato di aver murato la madre defunta nell'armadio della camera da letto alcuni giorni dopo la sua morte, avvolgendo il cadavere in sacchi di plastica che aveva ricoperto di argilla e legno.

Il sopralluogo e la macabra constatazione

Le attività di sopralluogo sono state effettuate dal personale del Nucleo Investigativo di Milano alla presenza del medico legale, il quale ha richiesto l’intervento di personale del laboratorio di antropologia e odontologia forense dell'Istituto di Medicina Legale di Milano, al cui esito la salma sarà traslata per l’esame autoptico.

L’abitazione è stata sequestrata su disposizione dell’Autorità giudiziaria, che ha inoltre disposto il sequestro dei conti correnti del 50enne. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per i reati di occultamento di cadavere e truffa aggravata ai danni dello stato.